Hamilton American Intra-Matic blu


Hamilton ha presentato nell’ambito della fiera di Basile scorsa, una variante del suo recente cronografo Hamilton American Intra-Matic Blu con referenza H38416541.
La novità è il nuovo quadrante dal colore blu e i contatori cronografici a contrasto “reverse Panda”.
Il design dell’Hamilton American Intra-Matic blu si basa su di un cronografo di Casa di fine anni 60, dotato in origine di una cassa da 36 mm.
A farne crescere le dimensioni fino ai più generosi 40 mm. è la moda di oggi, che vuole orologi sempre più grandi.

Moderno

I particolari che lo portano nel nuovo millennio comprendono anche un bel vetro zaffiro con trattamento antiriflesso su ambo i lati.
Anche all’interno del quadrante troviamo per una migliore visibilità un trattamento Superluminova su lancette e indici.
Al 12 campeggia il logo Hamilton con le grafiche uguali a quelle usate nel 1968.

La Meccanica

Aggiornamenti importanti li troviamo anche all’interno.
Un nuovo movimento a carica automatica infatti va a sostituire l’originale a carica manuale montato nel 1968.
Si tratta di un moderno Hamilton H-31 a carica automatica, basato sul super-collaudato Eta-Valjoux 7753 con 28.800 a/h e una riserva di carica di 60 ore.
L’impermeabilità è inoltre garantita fino ad una profondità di 100 metri (10 ATM), e viene consegnato con un cinturino in pelle con fibbia ad ardiglione.

Infine, il prezzo di 1995 Euro sembra un po’ più alto di quanto ci aspettavamo da Hamilton che ci ha da sempre abituati ad un rapporto qualità prezzo decisamente appetibile.

  • L' Hamilton intra-matic quadrante blu
  • Hamilton American intra-matic
  • Hamilton american intra-matic chrono
  • Hamilton american intra-matic chrono
  • Hamilton american intra-matic chrono

Tissot Heritage 1973

A Baselworld 2019 troviamo anche il Tissot Heritage 1973.
Si tratta di una riedizione del Tissot Navigator di quegli anni.
Di chiara ispirazione automobilistica, Le differenze tra il vecchio e il nuovo sono comunque notevoli.

Differenze

Si parte infatti dalle dimensioni, che in questo caso arrivano a ben 43 mm.
Il vetro è rimasto in plastica.
Il quadrante con i colori a contrasto così detto “panda” sono rimasti.
Così come le sfere nere con particolari arancione.
La sostanza luminescente è stata colorata di verde, così da dare un aspetto più vintage.
Il cinturino perforato riprende quello brevettato da Tissot nel 1973.

La Meccanica

Un altro differenza sostanziale la troviamo al suo interno.
Il Tissot Heritage 1973 infatti monta al suo interno un Valjoux 7753.
Le sue caratteristiche sono note: 28.800 a/h, 25 rubini e 46 ore di carica.
Particolare insolito, è il correttore della data che presenta un pulsante al 10 sulla cassa.

Concludendo, ha un impermeabilità di 100 metri e un prezzo di 1995 Euro.
Sarà naturalmente un edizione limitata di 1973 esemplari numerati.

Il Tissot Heritage 1973 sarà in vendita da giugno 2019.

  • Tissot Heritage 1973
  • Tissot Heritage 1973
  • Tissot Heritage 1973
  • Tissot Heritage 1973

Omega 321: il ritorno

omega cal. 321

Ebbene si, il calibro Omega 321, lo stesso che è stato sulla Luna, torna in produzione.

Sono passati ormai ben 50 anni dal suo addio al mercato, il calibro Omega 321 era stato lanciato negli anni 40 e diventato subito iconico, tanto da essere tutt’ora indimenticato. Anzi molto ricercato!

Adottato dalla linea Speedmaster nel 1957, il 321 era già utilizzato nella linea Seamaster già da un bel po’.
Lo Speedmaster ST105.003 con il calibro 321 è stato scelto dalla Nasa per i suoi test.
Successivamente, dopo aver passato gli esami, l’Omega 321 è stato indossato dall’astronauta Ed White per la prima passeggiata nello spazio.

Nel 1969, lo stesso movimento montato sulla referenza ST 105.012 ha addirittura passeggiato sulla Luna.

Il Calibro Omega 321 oggi:

Reintrodurre un calibro smesso da oltre trent’anni, ha richiesto ad Omega un segretissimo lavoro che dura ormai da due anni.
Omega ha utilizzato anche la tecnica della “tomografia” per scansionare l’orologio di Eugene Cernan esposto al Museo Omega di Bienne indossato durante la missione Apollo 17 del 1972 durante l’ultima passeggiata sulla Luna.
Questo è stato il punto di partenza per una perfetta replica del movimento oltre alla ricerca di piani e progetti originali.
Il calibro Omega 321, a distanza quindi di 50 anni, rinasce per il piacere degli appassionati che, nonostante l’uscita di produzione nel 1968, ancora ne parlano e lo cercano.

Il nuovi Omega 321 saranno prodotti all’interno della manifattura Omega in un laboratorio dedicato e assemblati da uno stesso orologiaio.

Non è difficile immaginare quale sarà il primo utilizzo dell’Omega 321. Un parere del tutto personale è rivolto ad un edizione limitata (tanto per cambiare!) di uno Speedmaster animato proprio dal nuovo calibro.
Magari in oro o con fondello a vista…
Corda ne pensate? Parte il totoscommesse!

Attendiamo trepidanti le novità e gli sviluppi!

Longines Avigation Big Eye

Longines Avigation Big Eye ref. L2.816.4.53.2/4

La moda di riprodurre vecchie glorie di Casa, continua a dare i suoi frutti in Casa Longines.
A dieci anni dal lancio del Legend Diver, la Casa di Saint-Imier oggi propone la riedizione del cronografo da aviazione Avigation BigEye.

Ispirato al design militare, il Longines Avigation si presenta con ottime proporzioni e grafiche equilibrate dal sapore squisitamente vintage.
La tendenza a riprodurre orologi del passato è una moda che oggi vede coinvolte la maggior parte delle Maison e che ad alcuni non piace particolarmente, dando per scontato che sia una moda passegera.
Questa moda sta ormai andando avanti da diversi anni e sta rischiando di bloccare la creatività di molte Case.
Ma questa è un osservazione personale che lascia comunque il tempo che trova e che troverà una fine ed un nuovo inizio.
Infatti il Longines Big Eye ha vinto il premio come “best revival” al concorso GPHG 2017 tenutosi a Ginevra lo scorso Ottobre.

L’orologio

Il Longines Avigation BigEye, è dotato di una cassa da 41 mm. in acciaio (50 LTL) per 14,45 di spessore, compreso il vetro zaffiro bombato con trattamento antiriflesso multistrato molto efficace, dimensioni a nostro modo di vedere azzeccatissime e che affiancano orologi di grande successo come lo Speedmaster di Omega.
Le differenze con il modello originale degli anni 30 sono praticamente nulle, e sono state riprodotte grazie ad un collezionista che ha prestato il suo esemplare a Longines a cui mancava nel museo.
Caratterizzato da una cassa interamente spazzolata, ad eccezione della lunetta, ha pulsanti cronografici sovradimensionati e un quadrante dalla grande leggibilità grazie al largo uso di SupeLuminova.

Per animare il BigEye, Longines ha preferito adottare in luogo del “solito” Valjoux 7750, un movimento meccanico a carica automatica L688.2 (ETA A08.L01) con smistamento delle funzioni con ruota a colonne per 54 ore di riserva di carica.
Personalmente avrei preferito un movimento a carica manuale, ma presumo che le leggi di mercato non favorissero questa scelta.

In dotazione un cinturino in pelle di vitello con ardiglione.

L’impermeabilità si ferma a soli 30 metri.

Il prezzo dovrebbe aggirarsi sui 2600  Euro.

  • Il modello degli anni 30
  • Longines L688.2

CHRONOSWISS TIMEMASTER GMT S-RAY SPECIAL EDITION

Il Chronoswiss TimeMaster Chronograph GMT S-Ray 007 è un orologio in serie speciale per un progetto altrettanto speciale.
Questo è lo spirito con cui è stato concepito questo orologio.
Tutto parte da un progetto di beneficenza.
Questo vede l’avventuriero pilota e costruttore Iren Dornier (nipote del leggendario Claudius Dornier) , insieme al CEO di Chronoswiss Olivier Ebstein, condividere l’amore per l’aviazione ed una licenza per il volo.

Dalla loro passione comune nasce questo orologio.
Facente parte della collezione Chronoswiss, il TimeMaster Chronograph GMT S-Ray 007 prende il nome dal famoso idrovolante autoprogettato con cui Dornier è partito nel 2004 per fare il giro del mondo per raccogliere fondi per l’UNICEF.
Quest’anno le sue tappe toccheranno Stati Uniti, America Latina e Sud-Est Asiatico.

L’Orologio

Come tutti i modelli che accomunano la linea Chronoswiss TimeMaster, anche questo si presenta con una grande corona a cipolla in stile retro che ricorda i piloti degli anni 40.
Questo modello speciale si avvicina ancora di più al mondo dell’aviazione.
Tuttavia, grazie ad un quadrante diviso a metà a rappresentare un orizzonte artificiale, rimane molto riconoscibile.
La cassa in acciaio ha un rivestimento DLC ultra resistente.
Una sfera rossa centrale, indica le 24 ore incise sulla lunetta.

Un cinturino in gomma di alta qualità, è fissato alla cassa con 2 barrette.
Grazie ad un impermeabilità di 100 metri, il Chronoswiss Timemaster non nasce solo per l’aria, ma anche per l’acqua.

L’orologio viene fornito in una scatola speciale che contiene anche un modellino dell’aereo S-RAY 007.

Specifiche

Chronoswiss Timemaster
Movimento meccanico a carica automatica Cal. C.754
28.800 a/h
25 rubini
Bilanciere in Glucydur
Spirale Nivarox 1
Antiurto Incabloc
Rotore scheletrato personalizzato
Finiture a cote de Genéve
Funzioni di ore, minuti, secondi cronografo e GMT
Cassa in acciaio da 44 mm. in DLC
Vetro zaffiro bombato
Corona a cipolla brevettata.

  • CHRONOSWISS TIMEMASTER GMT S-RAY SPECIAL EDITION
  • CHRONOSWISS TIMEMASTER GMT S-RAY SPECIAL EDITION
  • CHRONOSWISS TIMEMASTER GMT S-RAY SPECIAL EDITION
  • CHRONOSWISS TIMEMASTER GMT S-RAY SPECIAL EDITION

IWC PILOT PERPETUO CRONOGRAFO

IWC ha scelto la linea Pilot per proporre il nuovo calendario perpetuo digitale con l’innovativo cronografo.

Dedicato alla leggenda dell’aria, qual era lo Spitfire, il nuovo IWC Pilot’s Watch Spitfire Perpretual Calendar Digital Date-Month ref. 379103, ne condivide la brillantezza tecnologica e le alte prestazioni.

Il quadrante è ispirato a sua volta dalla strumentazione degli aerei.
Per quanto non abbia i 79 strumenti presenti sul’ aereo, il nuovo Pilot’s Watch è il primo orologio di IWC a presentare il giorno e il mese digitali di grandi dimensioni.
Ben equilibrato e di facile lettura, questo quadrante riprende una tradizione di ben 100 anni fa, quando il sistema Pallwebber apparve per la prima volta su di un quadrante a mostrare l’ora digitale.

Il cronografo si presenta con un innovativo sistema di affissione, dove ore e minuti, prendono in prestito la loro visualizzazione dalla tradizionale lettura dell’ora.
Infatti il piccolo quadrante al 12 sembra segnare un secondo fuso piuttosto che una misurazione.

La Meccanica

Ad animare l’IWC Pilot è il calibro di manifattura IWC Cal. 89800.
Costituito da 474 singoli pezzi, è capace di una riserva di carica di 68 ore.
Il vetro zaffiro sul fondello, invita a dare un occhiata alla sua massa oscillante, dove prende forma la sagoma dell’aereo a cui si ispira.

La cassa in oro rosso evidenzia in tutto il suo splendore la fine lavorazione delle superfici rifinite a mano che contrasta con il quadrante ardesia e il cinturino marrone, il quale insieme conferisce un aspetto caldo ed elegante.

Funzioni

cronografo con ore, minuti e secondi con totalizzatore.
funzione flyback.
piccoli secondi continui.
calendario perpetuo con doppia grande indicazione per giorno e mese.
display anno bisestile.
corona a vite.

Calibro IWC 89800.
28.800 a/h (4Hz).
52 rubini.
68 ore di carica.
Rotore personalizzato con sagoma Spitfire.

Cassa in oro rosso 18 carati.
46 mm. di diametro.
17,5 mm. di spessore.
Impermeabilità 6 bar.
Vetro zaffiro antiriflesso sui 2 lati.

  • IWC PILOT PERPETUO CRONOGRAFO
  • IWC PILOT PERPETUO CRONOGRAFO

Hamilton Pan Europ

Il primo Hamilton Pan Europ fu introdotto nel 1971.
Al suo interno potevamo trovare il glorioso cal. 11 della Buren-Heuer-Breitling, un calibro visto su Autavia, Monaco della Heuer piuttosto che su Navitimer della Breitling o il Fontainbleu della Hamilton.
Le sue caratteristiche erano la corona a sinistra e i pulsanti corno a destra e vantava una piccola massa oscillante integrata al corno.

La Hamilton rilancia questo modello a distanza di 40 anni con uno stile rinnovato e molto somigliante al suo predecessore.
Purtroppo è stato abbandonato il vecchio calibro per essere sostituito con un nuovo e più moderno H31, ovvero una versione modificata di un Valjoux 7753 aumentandone robustezza e riserva di carica fino a 60 ore.
Il tutto contenuto in una cassa da 45 mm. di diametro, un vetro zaffiro e con un impermeabilità di 100 metri.

L’orologio mantiene i segni distintivi quali il quadrante blu e la lunetta nichelata unidirezionale che ha reso famoso il Pano Europ negli anni passati.

La tiratura sarà limitata a naturalmente 1971 pezzi, dove il numero, oltre ad essere l’anno di lancio del primo modello, è anche l’anno in cui la Hamilton entra nel’ orbita del gruppo SMH.
Il Pan- Europe sarà disponibile verso la fine di quest’anno al prezzo di 1825 Dollari.

Oris Carlos Coste Chronographe

Il nuovo Oris Carlos Coste Chronographe (ref. 674 7655 7184), è stato progettato su misura per il subacqueo Venezuelano.
La cassa e le protezioni dei pulsanti sono in titanio, mentre i pulsanti e la corona a vite, sono in acciaio.
Al 12 si trova il contatore dei minuti cerchiato da sostanza luminescente che facilita la lettura anche in condizioni di scarsa visibilità.
Su di essa, stampata in nero, la scala dei minuti che reca al secondo minuto un triangolo che ricordai il tempo a cui resiste il campione venezuelano durante le immersioni dinamiche.
Al settimo minuto un altro triangolo ricorda il record in posizione statica.

La lunetta girevole è in materiale ceramico con punto in superluminova allo “0”.
Il fondello è decorato con il logo di Carlos Coste ed il numero progressivo del’ edizione limitata.

L’ orologio viene presentato in una custodia morbida da trasportoche contiene anche un cinturino in gomma di ricambio con gli appositi strumenti per la sostituzione.

All’interno della cassa da 46 mm. di diametro troviamo un affidabile Valjoux 7750 con la caratteristica massa oscillante di color rosso.
L’impermeabilità è garantita fino ad una pressione di 50 atmosfere (500 metri).
Gli esemplari dell’Oris Carlos Coste Chronographe prodotti saranno 2000 e sarà a disposizione da giugno a 3150,00 Euro.

L’anno scorso, Carlos Coste, ha vinto il record mondiale per il più lungo snorkeling, attraversando una caverna di 150 metri nel sottosuolo dello Yucatan, in Messico.
La sua attrezzatura era composta da una torcia elettrica e una monopinna.

Rolex Yacht Master II Acciaio e oro rosa

Il Rolex Yacht Master II Acciaio e oro rosa rompe la tradizione che vede il Marchio fermo nella sua semplicità meccanica.
Però oggi ha voluto omaggiare gli amanti del mare e delle regate con una complicazione molto utile: il conto alla rovescia.
Questa utile funzione è stata presentata per la prima volta nel 2007 e quest’ anno torna con una nuova veste che unisce l’ acciaio e l’ oro con una referenza 116681.
Grazie al calibro Rolex 4160, lo skipper può scegliere un conto alla rovescia che va da 1 a 10 minuti, grazie anche ad una memoria meccanica.
Il principio di funzionamento del Rolex Yacht Master II, è una grande novità:
infatti grazie ad una lunetta collegata direttamente al movimento, è possibile programmare il timer.

Specifiche

Movimento meccanico a carica manuale
spirale Parachrom blu antimagnetica
Cassa da 44 mm. in acciaio e oro rosa
lunetta funzionale con rotazione di 90°
impermeabilità 100 metri
Bracciale in acciaio e oro rosa con chiusura Oysterlock
prolunga Easylink in 5 posizioni

  • Rolex Yacht Master II
  • Rolex Yacht Master II
  • Rolex 4160

De Witt Academia Chronostream

Il De Witt Academia Chronostream rinnova la linea con un nuovo cronografo sportivo con linee giovani e dinamiche.
Disponibile in edizione limitata a 250 pezzi, avrà a disposizione 2 casse da 43 o 44 mm. in oro rosa o titanio grado 5 con trattamento PVD e gomma nera.
I segni distintivi si possono riconoscere dalla cassa con le classiche colonne e corona negli stessi materiali con logo “W”.

Dotato di vetro zaffiro, ha un impermeabilità di 30 metri, e fondello serrato da viti.

Al suo interno un calibro cronografico automatico DeWitt 6005 (Eta-Valjoux 7753) con 27 rubini, 28.800 a/h e una riserva di carica di 48 ore.

Il nuovo Academia è corredato di cinturino in caucciù nero o un cinturino in pelle di alligatore con tripla chiusura pieghevole in titanio grado 5 con trattamento PVD o oro rosa.

De Witt Academia Chronostream