RAYMOND WEIL NABUCCO CELLO TOURBILLON


E’ vero, per me parlare di Rolex è troppo banale… e poi lo fanno tutti!
La storia di Raymond Weil invece è più alla portata di chi si muove per passione.
Per chi non ha del banale nelle sue scelte, e per chi cerca qualcosa di nuovo senza voler apparire.
E chi meglio di questo orologio incarna una scelta fatta col cuore?

Si chiama Raymond Weil Nabucco Cello Tourbillon il nuovo orologio di Casa.
In particolare si tratta del primo tourbillon di Raymond Weil in quarant’anni di attività, ispirato al mondo della musica e con un piglio spiccatamente sportivo.

La cassa da 46 mm. di diametro ospita elementi in carbonio e titanio, e con uno spessore di 15,25 mm. non rientra sicuramente nella fascia degli orologi eleganti (e non lo vuole certo essere!).
Anche la colorazione tutta nera opaca alimenta le sue linee sportive, senza cadere in eccessi o evoluzioni improbabili.
Rimane così sobrio e moderno, ma rispettando le linee classiche che lo contraddistinguono rendendolo unico nel suo genere.

Il movimento RW1842 è prodotto in esclusiva per la Raymond Weil (non ho ancora capito da chi), e vanta una riserva di carica di ben 105 ore.
Dotato di un movimento con tourbillon ad un minuto a carica manuale, le indicazioni offerte sono delle sole ore e minuti.

Un’altra caratteristica interessante di questo orologio, è un impermeabilità di ben 200 metri!

Difficile pensare a Raymond Weil quando si hanno dei soldi da spendere per un tourbillon.
Ma a fronte di un prezzo che non supera i 39 mila Franchi Svizzeri, penso che qualcuno comincierà a prendere in considerazione un Marchio che ha comunque un ottimo prodotto da offrire!

Peccato che la produzione, si fermerà a soli 10 esemplari.

  • RAYMOND WEIL NABUCCO CELLO TOURBILLON
  • RAYMOND WEIL NABUCCO CELLO TOURBILLON
  • RAYMOND WEIL NABUCCO CELLO TOURBILLON
  • RAYMOND WEIL NABUCCO CELLO TOURBILLON

1 Response

  1. Asta Ponzo 27 Aprile 2015 / 8:28 AM

    La Sua opinione è molto apprezzata, ringraziamo e chiediamo un’indirizzo email per porterLe chiedere ulteriori informazioni.
    Cari saluti,
    La RAYMOND WEIL team
    Asta Ponzo – PR manager

Lascia un commento