ULYSSE NARDIN FREAK CRUISER


Il celebre orologio di Casa Ulysse Nardin, riceve un sostanziale aggiornamento estetico sia della cassa che del movimento.
Infatti l’iconico segnatempo, viene alleggerito anche nel movimento, elemento estetico principale del quadrante.
Troviamo così il ponte superiore, a cui è demandata la funzione attiva di sfera dei minuti.
Con un nuovo disegno alleggerito, la rimozione di materiale in punti strategici dona un aspetto scheletrato.
Stesso trattamento per il ponte inferiore, con funzione di sfera delle ore.

Di grande stupore anche il livello tecnico.
Il movimento a “carrousel volante” che ruota su se stesso, a cui è demandata la funzione di indicatore dei minuti, è dotato di uno scappamento doppio ed una spirale in silicio, che abbandona la tradizionale ancora a favore di una doppia ruota ad impulso che alimenta un alternatore che trasmette l’energia direttamente al bilanciere, prima in una direzione, poi nell’altra.
Questo sistema che non richiede lubrificazione, garantisce un rilascio costante di energia, minimizzando così l’attrito.

La cassa dell’Ulysse Nardin Freak Cruiser, è stata ridisegnata pur mantenendo i tratti tipici della collezione ed i 45 mm. di diametro.
Particolarmente evidente è il nuovo disegno ad onda della lunetta e delle spallette.

Ad ore 6 il pulsante di sblocco della ghiera, che permette la rimessa dell’ora, senza necessitare di una corona.
La riserva di carica è di ben 7 giorni e ad alimentare il bariletto, è la rotazione di una ghiera posta sul lato fondello.
una rotazione completa di questa, garantisce una carica di 12 ore.

Assicurato al polso da un cinturino in coccodrillo, l’Ulysse Nardin Freak Cruiser è disponibile in oro rosa o bianco.

  • ULYSSE NARDIN FREAK CRUISER
  • ULYSSE NARDIN FREAK CRUISER
  • ULYSSE NARDIN FREAK CRUISER
  • ULYSSE NARDIN FREAK CRUISER
  • ULYSSE NARDIN FREAK CRUISER
  • ULYSSE NARDIN FREAK CRUISER
  • ULYSSE NARDIN FREAK CRUISER
  • ULYSSE NARDIN FREAK CRUISER
 

ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER

Ulysse Nardin presenta la nuova collezione Marine Chronometre con un nuovo e tecnologico calibro di manifattura.
La collezione comprende diversi modelli.
Sono comunque tutti contraddistinti da un ormai noto design spiccatamente marino.
Le casse in acciaio o oro, vetri zaffiro e impermeabilità testata fino a 100 metri.

All’interno il nuovo calibro Ulysse Nardin UN118 che per la prima volta su questa linea, ed a ragione, viene lasciato a vista.
Novità assoluta brevettata dalla Casa, è lo scappamento in “DIAMonSIL“.
Si tratta di uno scappamento in silicio 1.1.1 con molla del bilanciere in silicio interamente sviluppati in Casa Ulysse Nardin.

Il DIAMonSIL è un’innovativa lega sviluppata con nano-tecnologie che combina un diamante sintetico rivestita in silicio.
Il suo peso ultra leggero riduce al minimo gli attriti eliminando la lubrificazione, simile a quella di Omega (Si14)

Le sue specifiche comprendono 50 rubini, una riserva di carica di 60 ore per una frequenza di 28.800 a/h, il tutto con una certificazione del COSC.

I nuovi Ulysse Nardin Marine Chronometer, sono disponibili nelle varianti di quadrante argento o blu con numeri arabi o romani in smalto nero o bianco.
Si può scegliere tra cinturino in alligatore o in gomma, o in acciaio o oro come la cassa.

E’ prevista anche un’edizione limitata con il nome di Monaco.

  • ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER
  • ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER
  • ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER
  • ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER
  • ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER
  • Ulysse Nardin UN118

ULYSSE NARDIN STRANGER

ULYSSE NARDIN STRANGER

Il 13 Marzo 2013, Ulysse Nardin presenta il suo ultimo capolavoro, un orologio ispirato ai carillon che suona la melodia “Strangers in the night”.
Questo eccezionale capolavoro, porta la firma di Dieter Meier, musicista e collaboratore di Ulysse Nardin fin dal 1983 (e caro amico di Rolf Schnyder), e che hanno celebrato insieme la sua prima mondiale a Zurigo, davanti ad una selezione di ospiti, tra cui Ludwig Oechslin, e Till Bronner, famoso trombettista che ha suonato naturalmente “Stranger in the Night”…

Musica

Ulysse Nardin ha una lunga tradizione nel mondo degli orologi musicali, come il Gengis Khan, Alessandro Magno Westminster tourbillon, ecc…
Con questo orologio Ulysse Nardin va oltre, utilizzando il silicio nello scappamento ad ancora nel nuovo calibro UN-690 prodotto negli Atelier della Maison dopo ben cinque anni di sviluppo.
Ad aggiungersi alle sue straordinarie qualità, anche un semplice quanto innovativo sistema di rimessa dell’ora tramite un pulsante.
Ed il carillon, che gioca su di una indimenticabile melodia del 1966.

La melodia può essere ascoltata ad ogni passaggio di ora, o a richiamo tramite un pulsante.
Alla corona invece sono demandate praticamente tutte le altre funzioni, come la ricarica, la rimessa dell’ora e il cambio della data, semplicemente ruotandola avanti o indietro.

Lo Stranger sarà prodotto in un edizione limitata di soli 99 esemplari.

Specifiche

Ref. 6902-125
Movimento a carica automatica UN-690
64 rubini
Scappamento ad ancora in silicio
Riserva di carica di 48 ore
Cassa in oro 18 carati
Diametro 45 mm.
Impermeabilità 30 metri
Vetro zaffiro antiriflesso
Fondello decorato con medaglia
Cinturino in pelle con deployante

  • ULYSSE NARDIN STRANGER
  • ULYSSE NARDIN STRANGER
  • ULYSSE NARDIN STRANGER
  • ULYSSE NARDIN STRANGER
  • ULYSSE NARDIN STRANGER
  • ULYSSE NARDIN STRANGER
 

ULYSSE NARDIN SONATA STEAMLINE

Ulysse Nardin si rinnova sia da un punto di vista stilistico che tecnico.

Il Sonata Steamline è un orologio con allarme del tipo gong a cattedrale.
Gode inoltre di conto a rovescio, un sistema di doppio fuso a regolazione istantanea, un datario di grandi dimensioni e la correzione rapida di questo in entrambi le direzioni.

Questo orologio ha richiesto uno studio ed una ricerca molto approfonditi.
Il risultato che oltre ad essere unico nel suo genere, denota uno sviluppo nel DNA della Maison.

Il primo Sonata, è stato lanciato nel 2003, dopo 7 anni di sviluppo intorno al suo calibro.
E’ stato il primo orologio con un allarme dotato di conto a rovescio e il sistema di doppio fuso a correzione istantanea.
Concepito da Ludwig Oechslin, l’orologiaio ha caratterizzato molti orologi di Ulysse Nardin.
Il Sonata Silicium arriverà nel 2008.
Con un quadrante ricavato da un wafer di silicio, viene presentato nel suo colore naturale.
Anche sul rotore di carica si corre un inserto dello stesso materiale.

Lo Streamline

Ispirato all’aerodinamica dei super yacht, il Sonata Steamline si presenta con una cassa in titanio da 44 mm.
Nel modello precedente erano 42.
Viene rifinito con inserti in oro rosa e una lunetta in ceramica o in oro rosa.
Da notare come il titanio era ad uso esclusivo di orologi sportivi.
Oggi invece, grazie alle sue doti acustiche, viene usato negli orologi con suoneria più costosi.

Due sono le versioni.
Una con lunetta in ceramica e una in oro rosa.
Il primo ha un quadrante corrispondente di colore nero.
Il modello in oro invece ha il quadrante bianco.
Si noti inoltre nel modello in oro, le differenze del datario e dei contatori non incorniciati.

Rispetto al vecchio modello sul Sonata Steamline sono cambiate anche le sfere.
Oggi sono meno rotondeggianti e i piccoli contatori, ora di una forma che segue la cassa.
Nel nuovo modello compare inoltre la scala dei minuti sul rehault, oltre che all’indicazione delle funzioni di “Conto alla rovescia”, “impostazione allarme” e “dual time”.

Lo Steamline è animato da un sistema a carica automatica di manifattura sviluppato da Ulysse Nardin ed è lo stesso dei primi modelli, tranne che per lo scappamento in silicio.

Il movimento ha una massa oscillante il oro bianco a 22 carati con un inserto in silicio, a simboleggiare per chi non lo sapesse, il fatto che è stata la prima Maison ad utilizzare questo materiale nel 2001 per il Freak.
Anche la spirale è in silicio, materiale lavorato dall’azienda Sigatec, un membro del gruppo Ulysse Nardin.

  • ULYSSE NARDIN SONATA STEAMLINE
  • ULYSSE NARDIN SONATA STEAMLINE
  • ULYSSE NARDIN SONATA STEAMLINE
  • ULYSSE NARDIN SONATA STEAMLINE

ULYSSE NARDIN ACQUISISCE IL CAL. EBEL 137

Ulysse Nardin compie un altro passo in avanti verso l’indipendenza di produzione con l’acquisto dei diritti di proprietà del calibro Ebel 137.
Il movimento cronografico è originariamente sviluppato per Ebel, che nel 1995 l’ha utilizzato nel’ Ebel 1911 BTR della collezione da uomo.

La Ebel, nell’ultimo periodo, ha spostato l’attenzione sulle collezioni da donna.
Si è allontanata dalla produzione di orologi meccanici, tanto da spingere Patrik Hoffmann (CEO di Ulysse Nardin), ad acquisire i diritti per il Cal. 137.
Ebel non vuole più cronografi meccanici nelle sue collezioni” spiega Hoffman.
“Abbiamo acquisito tutte le ebauches, gli strumenti, i piani e perfino assunto cinque dipendenti da Ebel, che stavano lavorando per lo sviluppo del movimento”.

Ulysse Nardin 150

Una volta in Casa Ulysse Nardin, il movimento prenderà il nome di UN Calibro 150.
Sarà prodotto presso lo stabilimento di La Chaux-de-Fonds in Svizzera, dove svilupperanno tutti i componenti.
Ulysse Nardin ha anche un altro stabilimento a Le Locle dove sviluppano altri orologi.

Hoffman spiega anche il perché nel Calibro 137, ha trovato una famigliarità nello sviluppo tecnico: “quando abbiamo iniziato quasi 20 anni fa a sviluppare il calendario perpetuo Ludwig, non siamo stati in grado di sviluppare la platina.
Così abbiamo lavorato con Lemania, che stava lavorando con Ebel per il Cal. 137.
Così Ulysse Nardin, utilizzò la stessa base per il calendario perpetuo, che ancora oggi troviamo sul GMT Perpetual e che Ebel utilizza per il suo cronografo.

Il movimento che presto sarà rinominato, in futuro fornirà anche un’ottima base per l’aggiunta di ulteriori complicazioni.
La Maison intende lanciare un nuovo orologio con il Cal. 150 entro la fine del 2012.

  • Patrik Hoffmann
  • Ebel Calibro 137

ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER MANIFATTURA

La storia di Ulysse Nardin, nasce nel 19° secolo, quando la Maison permetteva ai comandanti delle navi mercantili, di mantenere la rotta.

Oggi, il Marine Chronometer 2012 manufactory, batte al ritmo dell’innovativo calibro UN A-118, introdotto nel 2011.

Con un’imponente cassa da 45 mm. di diametro, è circondato da una ghiera girevole che ne facilita le funzioni.
Questo modello si presenta con un prezioso quadrante in smalto lavoratopersonalmente dal Dials Donzé, uno specialista riconosciuto a livello mondiale per questo genere di lavori.
Il gruppo è stato recentemente acquisito da Ulysse Nardin.
Questa complessa e sofisticata tecnica di decorazione, è un arte antica che mette a dura prova la sensibilità dell’artista come la sua esperienza.

Tecnologia

La creatività di Ulysse Nardin si rispecchia anche nel nuovo calibro progettato e sviluppato interamente in-house, dove la tecnologia e l’uso di materiali innovativi, danno vita ad un movimento avveniristico.
Come lo scappamento,  costruito in DIAMonSIL, una rivoluzionaria lega di diamante e silicio sviluppata da Ulysse Nardin in collaborazione con Sigatec.
Questa tecnologia di silicio ricoperta di diamante, sarà disponibile su un intera gamma di movimenti, dotati di scappamento DIAMon SIL, con scappamento a leva e una spirale brevettati da Ulysse Nardin.

Il movimento ha una riserva di carica di 60 ore, con indicatore sul quadrante a ore 12.
I piccoli secondi hanno un quadrante a ore 6.
Il datario, anch’esso al 6, è dotato di regolazione rapida sia in avanti che indietro.

Il Manufactory Marine Chronometer, è disponibile in un edizione limitata di 350 esemplari in oro rosa.
Esistono anche due versioni più accessibili in titanio con ghiera in oro o in acciaio con ghiera n titanio.

Unendo l’arte dello smalto con tecnologie meccaniche, Ulysse Nardin riafferma il suo ruolo nella ricerca dell’indipendenza.

Specifiche

Cal. UN A-118 da 11 1/2 ” di manifattura
brevetto DIAMonSIL
bilanciere ad inerzia variabile brevettato con spirale in silicio
50 rubini
riserva di marcia di 60 ore
carica automatica
certificato di cronometro dal COSC

Cassa in oro rosa o titanio o acciaio
diametro 45 mm.
impermeabilità 200 metri
vetro zaffiro antiriflesso su entrambi i lati

ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER MANIFATTURA

  • ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER MANIFATTURA
  • ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER MANIFATTURA
  • ULYSSE NARDIN UN A-118
  • ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER MANIFATTURA
  • ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER MANIFATTURA
  • ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER MANIFATTURA
  • ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER MANIFATTURA
  • ULYSSE NARDIN MARINE CHRONOMETER MANIFATTURA

Ulysse Nardin Repetition Minutes Tourbillon

Alessandro il Grande ha ispirato l’Ulysse Nardin Repetition Minutes Tourbillon, un segnatempo eccezionale che combina una suoneria a carillon “Westminster” e Jaquemarts.
Questo pezzo di alta orologeria è limitato a soli 100 esemplari ed è probabilmente uno degli orologi più complicati mai realizzati dalla Ulysse Nardin.

Il suo meccanismo è alloggiato in una cassa in oro 18 carati bianco o rosa da 44 mm. di diametro ed è impermeabile fino a 30 metri.
Il tourbillon è alloggiato al 6 ed è integrato nel quadrante, dove mostra un ponte che è frutto dell’ispirazione dei Tourbillon di James Pellaton del 20° Secolo.
Il movimento vanta inoltre 36 rubini, 27,6 mm. di diametro e 8,5 di spessore.
Ogni componente del movimento è decorato, smussato e rifinito a mano.

Gli automi

Gli automi sul quadrante rappresentano Alessandro il Grande in battaglia completo di armatura.
Viene rappresentato in diverse pose, per un totale di 5 personaggi sul quadrante di diamante sintetizzato.

I movimenti degli automi, sono sincronizzati con i suoni del gong che si attivano ad intervalli di un minuto, un quarto d’ora o un ora come combinazioni predefinite.
All’estrema sinistra il personaggio è statico, pronto alla battaglia.
Ogni singolo personaggio si muove a seconda dell’intervallo: quello a cavallo per i quarti e quello vestito di rosso per i minuti e i quarti.
Questo orologio è l’unico che può vantare queste funzioni.

La suoneria

Il meccanismo di ripetizione, è stato brevettato dall’inglese Daniel Quare nel tardo 17° secolo, prima dunque dell’invenzione dell’energia elettrica.
La suoneria quindi, all’epoca, dava diversi vantaggi dopo il tramonto.
Il primo orologio da polso prodotto con la ripetizione, risale al 19° secolo.

Il carillon Westminster è dotato di quattro diversi toni di gong (Mi-Do-Re-Sol). Quando la ripetizione è armata, le ore sono scandite da un “Sol” mentre per il minuto viene suonato un “Mi”

I quattro gong suonano insieme in tre diverse sequenze per il quarto d’ora:

1° quarto: Do-Re-Mi-Sol
2° quarto: Mi-Do-Ré-Sol/Sol-Ré-Mi-Do
3 ° quarto: Mi-Do-Ré-Sol/Sol-Ré-Mi-Do/Mi-Do-Ré-Sol

L’uso del diamante sintetico per il quadrante, ha richiesto ad Ulysse Nardin anni di ricerca e sviluppo.
E’ costituito da milioni di piccolissimi cristalli di diamante sfaccettati in modo da creare uno strato uniforme.
Il risultato sono due toni a contrasto con una brillantezza più o meno intensa a seconda del apprezza delle pietre.

La Meccanica

Il movimento è un carica manuale cal. UN-78 con 36 rubini, una riserva di carica di 70 ore e un tourbillon ad un minuto.
Le funzioni sono di ore, minuti, ripetizione minuti, carillon Westminster su 4 timbri (mi, do, re, sol) e Jaquemarts (automi).

Doppio vetro zaffiro antiriflesso per quadrante e fondello.
Cinturino in alligatore con fibbia déployante nel metallo della cassa.

Edizione limitata a 50 pezzi in oro bianco e 50 in oro rosa

Referenze: 780-90 per l’oro bianco
786-90 per l’oro rosa

  • ULYSSE NARDIN REPETITION MINUTES TOURBILLON
  • ULYSSE NARDIN REPETITION MINUTES TOURBILLON
  • ULYSSE NARDIN REPETITION MINUTES TOURBILLON
  • ULYSSE NARDIN REPETITION MINUTES TOURBILLON

Ulysse Nardin HMS Cesar

L’Ulysse Nardin HMS Cesar prende il nome da una nave da guerra varata il 16 novembre del 1793.
Armata con ottanta cannoni, veniva progettata da Sir Edward Hunt e costruita nel cantiere di Plymouth e chiamata così in onore del grande Giulio Cesare.
Reduce di numerose battaglie, nel 1841viene sollevata da incarichi bellici e fatta navigare per altri 28 anni prima di essere smantellata.

Ulysse Nardin rende omaggio a questo gigante dei mari con un orologio con quadrante cloisonné dall’incredibile livello di dettaglio, che rappresenta la HMS Cesar con la bandiera reale rossa.
Un vero pezzo da collezione che fa rivivere l’arte dello smalto.

In questo splendido quadrante, ogni dettaglio è delineato da un filo d’oro, all’interno del quale si alternano colori opachi e lucidi, trasparenti e e colorati, che si ottengono da diverse amalgame segrete.
Solo per posare i 50 cm. di filo sono necessarie 50 ore di lavoro e 26 diversi processi.
Un’arte rimasta ormai nelle mani di una piccola manciata di artisti.

Quest’opera è racchiusa in una cassa da 40 mm. in oro bianco o rosa in edizione limitata a 30 esemplari per metallo.
All’interno un calibro UN815 automatico con 42 ore di autonomia e certificazione di cronometro COSC.
A copertura del quadrante un vetro zaffiro come per il movimento.
L’impermeabilità è di 50 metri.

  • Ulysse Nardin HMS Cesar
  • Ulysse Nardin HMS Cesar

I NUOVI MANAGER DI ULYSSE NARDIN

I nuovi manager di Ulysse Nardin, sono stati eletti il 27 aprile.
Chai Schnider è diventato il nuovo presidente del Consiglio di Amministrazione di Ulysse Nardin.
Allo stesso tempo, la commissione, ha nominato amministratore delegato Patrik P. Hofmann, come successore di Rolf W. Schnider, scomparso lo scorso 14 Aprile.

Patrik Hoffmann ha trascorso la maggior parte della sua carriera professionale a stretto contatto con il mondo degli orologi, e per diversi anni è stato uno dei principali membri dello staff di Ulysse Nardin.
Entrato in azienda nel 99 come direttore degli uffici della società statunitensi a Boca Raton, in Florida, svolge un lavoro significativo per il successo in nord e centro America.

Gli azionisti, il Consiglio di Amministrazione e la Direzione del gruppo, proseguirà il percorso scelto da Rolf W. Schnyder di indipendenza per Ulysse Nardin.
“Grazie alla forza innovativa della società, e in armonia con le intenzioni del visionario Rolf W. Schnyder e il suo instancabile spirito pionieristico, siamo per la strategia di indipendenza”, ha detto il nuovo CEO Patrik P. Hoffmann.

I NUOVI MANAGER DI ULYSSE NARDIN

Da sinistra: Patrik Hoffmann, Bobby Yampolsky, Randy Johnson e Rolf Schnyder.

Morto Rolf W. Schneyder

È Morto Rolf W. Schneyder.
Il CEO della Casa d’alta orologeria indipendente Ulysse Nardin, è deceduto improvvisamente a seguito di una breve malattia.

“Con la perdita di Rolf W. Schnyder, l’ industria orologiera ha perso uno dei più grandi visionari, mentre Ulysse Nardin ha perso un importante fonte di innovazione per l’impresa.
Siamo profondamente colpiti e sconvolti di questa improvvisa perdita.
Il nostro pieno appoggio a sua moglie e i suoi tre figli, ai quali vorremmo esprimere il nostro cordoglio”.
Queste le parole di Susanne Hurni, addetto stampa e responsabile delle relazioni Ulysse Nardin.

Un piano di successione è già stato attivato, mentre la gestione operativa  può essere mantenuta senza alterare lo spirito continuativo di Rolf W. Schnyder.

Schnyder aveva acquistato la società nel 1983, momento dal quale ha assunto subito il ruolo di CEO.
Ha condotto l’azienda ad un nuovo splendore ed ai vertici dell’orologeria meccanica, con numerose innovazioni come i primi orologi da polso astronomici.

Anche Segnatempo vuole esprimere il suo cordoglio ricordando con grande stima ed ammirazione Rolf W. Schneyder.

Rolf W. Schnyder