Hubot, Rolex e Omega: estive novità


E’ da qualche settimana che il mondo sembra essersi fermato per un pallone.
I mondiali di calcio hanno distolto l’attenzione da innumerevoli attività, concentrando tutti gli sforzi negli stadi.
Anche nel mondo dell’orologio, l’attenzione si sposta sui prati degli stadi.
Come Hublot, che ha presentato il suo corono FIFA, che da canto suo ha una tecnica di tutto rispetto.
Monta il calibro HUB1260 bi-retrogrado progettato e assemblato in casa, ma che è limitato naturalmente ad un pubblico calcistico.

dall’altra parte Rolex presenta la sua nuova spiraleSyloxi”, che prende il nome dai materiali che compongono la spirale stessa: Silicio e ossido di silicio.
La novità sta nella sua composizione.
Anche anche se arrivata dopo Ulysse Nardin (la prima ad introdurre il silicio per le spirali), Patek Philippe, e la Swatch Group con Omega e Breguet, Rolex assicura una formula “definitiva”.
Presentata per la prima volta a Baselworld 2014, la spirale Syloxi è stata applicata ad un movimento Rolex 2236.
Una nuova generazione di movimenti per orologi da donna che Rolex ha introdotto timidamente quest’anno.
Come mai tutto questo sotto tono?!

Al Mare?

Per fortuna c’è Omega che pensa ad un pubblico da spiaggia!
Ebbene si, non ci sono solo i Mondiali di calcio!
Sta arrivando (anzi, è già arrivata!) la bella stagione, e il marketing sogna ancora il pallone….
Omega si porta avanti coi lavori presentando per tempo il nuovo Omega Seamaster 300 Master Co-Axial.
Una splendida riedizione del Semaster del 1957, con nuovi materiali ed un movimento di manifattura Omega 8400 Co-Axial.
Questo orologio unisce tutte le caratteristiche che hanno contraddistinto Omega negli ultimi anni, come appunto lo scappamento coassiale, una spirale in silicio che assicura caratteristiche anti magnetiche da 15 mila Gauss e una lunetta in ceramica nera con scritte in Liquidmetal o Ceragold.

Bene, per noi che del calcio non ci sfiora il pensiero, in questo periodo di sonnolenti novità, riusciamo a scorgere qualche cosa, tra un goal e l’altro.
Nella speranza che le novità siano riservate per la fine dei mondiali, quando tutti ritorneranno dal loro letargo calcistico e rimetteranno a disposizione la loro attenzione, noi che pensiamo al mare e alla spiaggia, nutriamo speranza che il mercato ci porti un bell’orologio per la vela.

  • Hublot FIFA
    Hublot Unico Bi-Retrograde FIFA
  • bilanciere Rolex Syloxi
    Rolex Syloxi
  • Omega Seamaster 300 Master Coassiale
    Omega Seamaster 300 Master Co-Axial

ROLEX: CAMBIO AL VERTICE

L’attuale CEO di Zenith (LVMH) Jean-Frédéric Dufour (45), prende le redini di Rolex.

Da 2008 ad oggi, Rolex ha cambiato 4 presidenti.

“E’ assolutamente fantastico per lui prendere il trono dell’orologieria svizzera!”
Parole di Jean-Calude Bivier, Presidente Hublot e CEO della divisione orologiera di LVMH (e quindi capo eletto direttamente).
Rolex non ha commentato per ora questo cambio di vertice, cosa che prevede di comunicare ufficialmente nei prossimi giorni.

Jean-Frédéric Dufour è arrivato alla Zenith nel 2009, nella manifattura di Neuchatel, con sede a Le Locle.
La manifattura di Ginevra sostituisce così Gian Riccardo Marini (67), nominato nel maggio 2011, che a sua volta andava a sostituire Bruno Meier che ricopriva questa posizione dal 2009.
Dufour viene da esperienze di tutto rispetto, come Chopard, Blancpain, Ulysse Nardin, ed è una figura molto vicina anche a Bivier, icona dell’orologieiria.

Per gli esperti del settore questa è una vera sorpresa, una soluzione di assoluto rilievo per una società che occupa circa 10 mila persone.
Marini ha guidato la filiale italiana per quasi 40 anni e con la sua esperienza sembra la persona giusta per affrontare le sfide future.

Il Marchio Rolex è il numero uno in termini produttivi nel campo dell’orologieria meccanica, come dichiara anche il COSC, mamma delle certificazioni di cronometria che ha testato nel 2012 798.935 esemplari del marchio coronato, segnando un incremento del 6,34% rispetto l’anno precedente.
Durante questo periodo, la Rolex è cresciuta del 23%.

ROLEX CELLINI DUAL TIME

Le novità del Salone Internazionale dell’orologio di Basilea, presenta novità importanti come risposta alla crisi.
Una delle tante novità di rilievo la troviamo in Casa Rolex con il nuovo Cellini.
Rolex è una delle Maison con maggiori aspettative dopo le deludenti novità 2013.

Le proposte di quest’anno, vedono rinnovata l’intera collezione Cellini.
Prendiamo in visione il modello più complicato, utile agli eleganti giramondo: il Rolex Cellini Dual Time ref. 50.525.

Prima di tutto notiamo che il design si avvicina in modo deciso a quello della cassa Oyster.
Viene naturale pensare che lo scarso successo della linea Cellini abbia spinto i grandi capi a proporre un disegno più simile a quello di grande successo del fratello.
Con un impermeabilità di soli 50 metri, uno spessore ridotto e un diametro (sicuramente eccessivo per la tipologia) di 39 mm, la linea Cellini continua a strizzare l’occhio ad un pubblico meno sportivo e più dedito a giacca e cravatta.

Tra le altre novità Rolex della linea Cellini, troviamo anche il solo tempo.
Si presenta con le medesime linee semplici ed eleganti, con un tradizionale fondello zigrinato privo di incisioni o scritte, e declinato in diversi metalli e colori di quadrante.

L’analisi del modello Dual Time, è stata preferita grazie alla sua complicazione inedita in casa Rolex, anche se del tutto simile al GMT, ha una più semplice lettura in caso ci si trovi lontani da casa.

Facile

Il funzionamento del Cellini Dual Time è semplice:
la complicazione, fabbricata in Casa, si basa su di un secondo quadrante che comprende le due lancette di ore e minuti, per avere un agevole lettura dell’orario di casa.
A ore 9 del piccolo quadrante secondario, troviamo una finestrella con la rappresentazione del sole e della Luna, così da sapere “al volo”, se stiamo leggendo l’orario notturno o diurno, fungendo da indicatore am/pm.

Ad animare il nuovo Rolex Cellini Dual Time, un movimento meccanico a carica automatica che batte a 4 Hz e con una riserva di carica di 48 ore.

I quadranti sono disponibili in nero o argentato, con lavorazione a guilloché che conferisce eleganza all’insieme e che si raccorda con la zigrinatura della lunetta.
In tutte le versioni non sono previste sostanze luminescenti su quadrante e lancette.

Le casse saranno disponibilii in oro bianco con ref. 50.529 o in Everose con ref. 50.525 con quadrante a scelta.
Ad assicurarli al polso, un cinturino in alligatore nero di alta qualità.

Il prezzo del Dual Time è di 18.500 CHF-.

  • ROLEX CELLINI DUAL TIME
  • ROLEX CELLINI DUAL TIME
  • ROLEX CELLINI DUAL TIME
  • ROLEX CELLINI DUAL TIME

ROLEX OYSTER PERPETUAL GMT-MASTER II

Protagonista del salone di Baselworld 2013, è stato il nuovo Rolex GMT Master II Ref. 116710.

Il GMT Master di Rolex, si è guadagnato fama nel 1959, quando la Pan-Am lo adottò come orologio ufficiale, dopo il successo nel primo volo intercontinentale New York-Mosca.

A Baselworld 2013 Rolex ha introdotto l’ennesima evoluzione dell’ Oyster Perpetual GMT-Master II in acciaio 904L con un nuovo inserto lunetta in Cerachrom con un inedita colorazione nero/blu che rappresenta il giorno e la notte e che ha fatto gridare al miracolo da parte degli appassionati della Casa coronata.

Simbolo di impermeabilità e robustezza, la cassa Oyster da 40 mm. è garantita fino a 100 metri di impermeabilità ed è realizzata in acciaio 904L.
Il fondello è serrato a vite con la caratteristica zigrinatura dedicata, la corona a vite ha il sistema brevettato Triplock e protetta da spallette.
Il vetro zaffiro ha la lente sul datario.

Ad animare il nuovo Rolex Oyster Perpetual GMT-Master II è il calibro 3186 a carica automatica interamente sviluppato e prodotto da Rolex e come tutti i movimenti Rolex, anch’esso è dotato di certificato di cronometro del C.O.S.C.
Il bilanciere è dotato della nuova spirale Parachrom blu brevettata da Rolex in una lega esclusiva insensibile ai campi magnetici e agli sbalzi di temperatura fino a 10 volte una normale spirale.

Ad assicurarlo al polso un bracciale in acciaio con chiusura di sicurezza Oysterlock che ne impedisce l’apertura accidentale.
La fibbia è dotata anche del sistema di regolazione Easylink, che permette una regolazione rapida fino a 5 mm. d’estensione.

Specifiche

Cassa tipo Oyster
Diametro di 40 mm.
Materiale: acciaio 904L a finitura lucida e satinata
Fondello a vite con scanalature Rolex
Lunetta girevole unidirezionale graduata 24 ore con inserto Cerachrome nero/blu
Corona serrata a vite con sistema Triplock
Vetro zaffiro antigraffio
Lente ciclopica 2,5x
Impermeabilità 100 metri (330 piedi)
Movimento Cal. Rolex 3186
Certificazione COSC
Funzioni di ore, minuti, secondi 24 ore e data istantanea
24 ore regolabile indipendentemente
Frequenza di 28.800 a/h
Spirale Parachrom con curva Breguet
Bilanciere ad inerzia variabile
31 rubini
48 ore di carica
Quadrante laccato nero
Indici il oro bianco con trattamento Chromalight
Bracciale Oyster in 3 pezzi in acciaio 904L
Fibbia pieghevole Oystelock con chiusura di sicurezza Easylink

  • ROLEX OYSTER PERPETUAL GMT-MASTER II
  • ROLEX OYSTER PERPETUAL GMT-MASTER II
  • Cal. Rolex 3186

APRE BASELWORLD 2013

Baselworld 2013

Apre ufficialmente domani, 25 aprile 2013, il salone internazionale dell’orologeria di Basilea “Baselworld 2013“.

La prima fiera inaugurò nel 1917 con il nome di Muba.
Oggi la “fiera campionaria svizzera di Basiela” è diventata la più importante fiera del settore.
Oggi conta 1460 espositori, che anticiperanno le novità per il 2013, con i marchi più famosi al mondo.

Con una previsione di oltre 100 mila visitatori tra operatori del settore e giornalisti, i marchi esporranno le nuove tendenze del settore di orologeria e gioielleria.

Il salone più importante del mondo, sarà visibile fino al 2 maggio 2013.

Qui di seguito, qualche anticipazione Rolex, Omega, Tudor, Hublot, Chopard, De Bethune e IWC.

 

  • Rolex Daytona
  • Rolex GMT master batman
  • Tudor Heritage
  • Omega Speedmaster
  • Omega Speedmaster
  • Omega Speedmaster
  • Hublot
  • Hublot Ferrari
  • Chopard Engine
  • IWC ingegner
  • De Bethune
  • BASELWORLD 2013

 

ROLEX YACHT-MASTER 2012

Nato nel 1992, il Rolex Oyster Perpetual Yacht-Master, è un orologio dedicato ai marinai.
Oggi si presenta al salone di Basilea con un lifting che l’ha reso più giovane e tecnologico.
Il nuovo Yacht-Master infatti ha una cassa in una nuova lega brevettata chiamata Rolesium e un nuovo quadrante spazzolato soleil blu.

I Materiali

La nuova lega Rolesium sviluppata da Rolex che veste il nuovo Yacht-Master con una cassa da 40 mm. è composta da acciaio 904L e platino.
La lunetta bidirezionale è dotata di 120 scatti ed è realizzata interamente il platino 950.
La finitura è sabbiata, tranne che per i numeri in rilievo che sono lucidati.
Gli indici sul quadrante sono realizzati in oro bianco 18 carati e riempiti con un materiale luminescente chiamato Chromalight, che emana un forte bagliore di colore blu.

Con una cassa di tipo Oyster ricavata dal pieno ed un fondello avvitato, lo Yacht-Master è in grado di immergersi fino a 100 metri di profondità.
La corona è avvitata anch’essa ed è dotata di un sistema di sicurezza triplock che ne garantisce la tenuta stagna.

La Meccanica

Al suo interno troviamo il classico calibro Rolex 3135 a carica automatica con certificato COSC, 31 rubini e 28.800 a/h.
Come in altri movimenti di ultima generazione in Casa Rolex, anche il nuovo Yacht-Master è dotato della nuova spirale Parachrom, in una speciale lega sviluppata da Rolex, che secondo la Società è altamente resistente agli urti, ai campi magnetici, e alle variazioni di temperatura, che assicura una migliore tenuta della cronometria nel tempo.

Ad assicurarlo al polso un bracciale Oyster in acciaio 904L con maglie lucide al centro e satinate all’esterno.
La chiusura è di tipo Oysterlock, un altro brevetto Rolex che scongiura aperture accidentali e un sistema di regolazione Easylink, che permette una regolazione fine di 5 mm. senza sforzo alcuno.

Secondo Rolex, il nuovo Yacht-Master sarà disponibile da autunno ad un prezzo ancora da determinare.

  • ROLEX YACHT-MASTER 2012
  • ROLEX YACHT-MASTER 2012
  • ROLEX YACHT-MASTER 2012

ROLEX DEEP SEA CHALLENGER E JAMES CAMERON

La National Geographic, con il sottomarino Deepsea Challenger, ha portato il regista James Cameron sul fondale della Fossa delle Marianne, arrivando a 10.898 metri.

“Guardando attraverso l’oscurità, c’è qualcosa che un robot non può descrivere” ha detto Cameron. “Ancor più importante, è spingersi al di là dei limiti imposti all’uomo, cosa possono vedere e cosa possono interpretare”.

Questo è stato il secondo viaggio nella Fossa delle Marianne dopo 50 anni.
Nel 1960, i due esploratori Jacques Picard e il Tenente Don Walsh, scesero ne batiscafo Trieste, infrangendo ogni record di profondità con 12.138 metri.

Durante l’immersione, uno speciale Rolex Deep Sea è stato assicurato all’esterno del batiscafo sopravvivendo insieme ai 2 esploratori.

James Cameron, 50 anni dopo, ha voluto ricalcare i passi andando in perlustrazione alla soglia dei 12 mila metri.
All’esterno del batiscafo, un Rolex Deep Sea Challenger animato da un “normale” calibro Rolex 3135, legato ad un estremità.
Questo orologio è stato appositamente creato per questa immersione.
Ha sopportato l’enorme pressione in discesa ed in risalita senza nessun problema.

ROLEX DEEP SEA CHALLENGER E JAMES CAMERON

James Cameron al termine dell’immersione

  • ROLEX DEEP SEA CHALLENGER E JAMES CAMERON
  • ROLEX DEEP SEA CHALLENGER E JAMES CAMERON
  • ROLEX DEEP SEA CHALLENGER E JAMES CAMERON
    James Cameron al termine dell’immersione

ECCO IL NUOVO ROLEX SKY-DWELLER

Ecco a voi finalmente il nuovo Rolex Sky-Dweller.
Si tratta di un orologio con doppio fuso orario e calendario annuale.
Al momento è disponibile in oro bianco, giuallo e rosa.
Il calibro è tutto nuovo, naturalmente di manifattura Rolex e denominato Rolex 9001.
Il nuovo calibro, come l’intera produzione Rolex è certificato dal COSC e dispone della nuova spirale Parachrom.
40 sono i rubini, 28.800 a/h è la sua frequenza e la riserva di carica è di 72 ore.

La lunetta “Ring Command” è costituita da circa 60 elementi e consente all’ utente di selezionare le 3 posizioni che consentono di impostare la data, l’ora locale e l’ora di riferimento.
La funzione selezionata è possibile regolarla comodamente dalla corona di carica in entrambe le direzioni.

Il calendario annuale è innovativo, anche se senza il giorno.
Distingue automaticamente i mesi di 30 e 31 giorni, richiedendo una sola correzione a febbraio.
La data è indicata a ore 3, mentre il mese è indicato su una delle 12 aperture in prossimità degli indici.


 ROLEX SKY-DWELLER

  • ROLEX SKY-DWELLER
  • ROLEX SKY-DWELLER
  • ROLEX SKY-DWELLER
  • ROLEX SKY-DWELLER
  • ROLEX SKY-DWELLER

 

 

 

 

 

NOVITA’ ROLEX 2012 a Basilea

Rolex non è una Maison che ci ha abituati a un continuo flusso di nuovi modelli, a differenza di altre marche come Omega, Tag Heuer o Patek Philippe
L’ ultima volta che abbiamo visto un nuovo modello Rolex, dobbiamo risalire allo Yacht Master II, che a tutti gli effetti, non è stato un gran successo…
Che sia la volta buona che a Baselworld arrivi un nuovo modello?
Forse una nuova collezione?
Naturalmente su questo nuovo modello si sono già spese parole, si è movimentato il mondo del’ web e qualcuno, che ha un amico che conosce un tipo che ha un parente in Casa Rolex, sa già con certezza di cosa si tratta…
Ma probabilmente è tutta pubblicità gratutita.

Sul sito è già comparsa un’immagine a dir poco inutile, ma che scatena già le fantasie più improbabili di stampa e appassionati.

Noi sappiamo che per vedere il nuovo “SKY-DWELLER“, dobbiamo aspettare l’apertura del salone di Basilea.

Rolex SKY-DWELLER

ROLEX DAYTONA CERAMICA

A Baselworld 2011, Rolex ha introdotto il Rolex Daytona in oro 18 carati con lunetta in ceramica.
A Baselworld 2012, sembrerebbe inevitabile la presentazione del Rolex Daytona ceramica con cassa in acciaio.
Non c’è  ancora nulla di ufficiale, ma è una strada che ormai Rolex sembra aver imboccato.
E non è scontato che a marzo vedremo spuntare un nuovo Daytona rinnovato con la lunetta nel nuovo materiale di cui sono ormai forniti tutti i Rolex di ultima generazione.
A tutti gli effetti la lunetta in ceramica è ormai comprovato essere più resistente e duratura di quella in acciaio, ma i puristi non si sa come la prenderanno!
Vedremo se la sorpresa ci sarà sotanto a Baselworld 2012.
D’altra parte Rolex sa mantenere bene i suoi segreti…