Paul Picot Techincum Manual


Il Paul Picot Techincum Manual, torma con una novità.
Infatti al suo interno troviamo un movimento a carica manuale Lemania 1872.
Questo movimento lo possiamo trovare dal suo esordio su orologi come l’Omega Speedmaster.
Il contatore delle ore al 6 gli da il nome di Lemania 1873 (Omega 861).
Un movimento che dal 1969 continua ad avere un’ottima popolarità.
Questo movimento ha uno smistamento a navette e contatore dei minuti semi-istantaneo.
È stato creato su richiesta della Air Force Svedese e deve il suo successo alla sua affidabilità.
La Casa ha rifinito sia tecnicamente che esteticamente il movimento, dotandolo anche di viti con trattamento PVD blu.
I leveraggi hanno subito lo stesso trattamento, garantendo un minore attrito con conseguente facilità nell’uso del cronografo.
Il lato estetico è decisamente convincente.
La simmetria dei contatori dona un perfetto equilibrio.
La cassa sembrerebbe un po’ sovradimensionata, dando un effetto ravvicinato ai 2 contatori.
Forse uno o due millimetri in meno sarebbero stati meglio.
Gli accostamenti cromatici sono molto azzeccati.

Concludendo, il Paul Picot Techincum Manual è un orologio che ci piace.
Rimane solo da sapere il prezzo, nella speranza sia abbordabile.

Paul Picot Techincum Manual