Breguet Marine 2018


È una strana sensazione parlare di un Breguet Marine e abbinarlo alla noia.
Si lo so, sono io quello noioso che ultimamente non è stimolato dalle novità, ma tant’è, ed ho i miei buoni motivi!
Sopratutto quando si parla di Breguet, un marchio che amo, che idolatro, e che non posso fare altro che ammirare per la sua incredibile ed unica storia.
Il Grande Maestro Abraham-Lous Breguet, l’Einstein dell’orologeria, l’inventore del tourbillon, dell’orologio perpetuo, del paracadute e di mille altre invenzioni che ha dato alla luce e che continuano a dettare legge nell’orologeria moderna.

Nel 1999, dopo anni di oblio, il Gruppo Swatch ne rileva la proprietà, rilanciando il marchio nel rispetto degli standard qualitativi del Maestro.
Abbiamo visto rinascere il Marchio in grande stile, con orologi dalla bellezza straordinaria, meccaniche strabilianti, finiture artistiche di enorme impatto, orologi che avrebbero colpito anche Breguet stesso.

A Basilea 2018, viene presentata la nuova linea Breguet Marine 5517.

E qualcosa si rompe.
Quell’amore che provavo per la Maison si è improvvisamente congelato.
Facendo mente locale ho capito in pochi decimi di secondo cosa c’è che non va: Riviera.
Si, intendo Riviera di Baume et Mercier.
Ecco cos’ho visto!
Per carità, nulla in contrario ai Baume et Mercier, ma da un  Breguet mi aspettavo qualcosa che almeno non ci assomigliasse!
Nello specifico mi riferisco alle sfere, che dal classico disegno “a pomme”, si è probabilmente scelto un disegno che ricordasse quello tradizionale inventato dal Maestro, ma più moderno… e qui il pasticcio.
La sfera dei secondi invece presenta un nuovo disegno sulla coda che richiama la lettera B nel codice marittimo.

Un nuovo design:

Il quadrante, sempre magistralmente lavorato, abbandona la strada della tampografia con numeri “Breguet”, per un più pacchiano numero romano a rilievo riempito di sostanza luminescente.
La versione cronografica Breguet Marine 5527 è ovviamente un cronografo, ma senza nessuna scala, con l’ottimo calibro Breguet 582QA.

La cassa, anche in questo caso ripropone una carrure scanalata con finiture di altissimo livello con anse dalle linee tese e un attacco del cinturino con scasso.
Una cosa che personalmente non gradisco in quanto si è legati indissolubilmente ad una costosissima fornitura di fabbrica per la scelta impedendo una qualsiasi personalizzazione.
Proposta in in oro giallo, bianco e titanio, la cassa ha un diametro di 42,3 mm. ottimamente proporzionata e non influenzata dalle maxi taglie tanto di moda.
A differenziare l’oro dal titanio è la finitura del quadrante, che nel caso del titanio perde la decorazione ad onde.

Novità di questa collezione è il Breguet Marine Musicale 5547, che unisce il mondo della nautica a quello degli svegliarini con in più un secondo fuso orario.
Sul quadrante troviamo anche l’indicatore della riserva di carica ed una finestrella al 12 con raffigurata una campana da nave che indica l’inserimento dell’allarme.
Al 3 il quadrante utile al puntamento della sveglia con una goffa sfera delle ore che riprende quella dell’ora, ma senza asta, che ricorda un po’ Maurizio Costanzo.

Conclusione:

trovo che la qualità Breguet sia sempre a livelli superiori, ponendo la Casa nell’Olimpo dell’orologeria ai primi posti.
Ma che con questo orologio abbia un po’ perso di vista l’utilità dell’orologio stesso come la mancanza di una ghiera girevole, la vocazione sportiva, la tradizione della Maison, il familiy feeleng e la stessa collocazione della linea.

Per fortuna che ci sono tanti altri begli orologi a catalogo!

  • Breguet Marine 2018
  • Breguet Marine
  • Breguet Marine 5517
  • Breguet Marine 5517
  • Breguet Marine 5527
  • Breguet Marine 5527
  • Breguet Marine 5527
  • Breguet Marine 5527
  • Breguet Marine 5547
  • Breguet Marine 5547
  • Breguet Marine 5547
  • Breguet Marine 5547

BREGUET CHRONOGRAPHE INDIPENDENT 7077

Personalmente, la linea Tradition di Breguet, quando uscì, mi lasciò a bocca aperta.
Fu amore a prima vista.
Orologio e movimento a vista, entrambi sul lato quadrante, architettura e finiture “tradizionali”, il paracadute sul bilanciere, un sapore d’altri tempi…

Nata nel 2002, la linea Tradition di Breguet ha subito dettato regole e stile di una collezione che nella sua riconoscibilità, ha inventato anche un orologio nuovo che non assomiglia a nessun altro, riuscendo però a estrarre l’essenza del Marchio che fin dalle sue origini, di cose ne ha insegnate a molti!

Un capolavoro

Quest’anno a Baselworld 2015, Breguet ha presentato una novità all’interno della collezione Breguet, che è la naturale evoluzione di un orologio che è destinato a far breccia in molti cuori.
Si tratta del nuovo Breguet Tradition Chronographe Indipendente ref. 7077, un cronografo che stravolge il concetto stesso di misurazione del tempo, con soluzioni tecniche degne del nome che porta, quello di Abraham Louis Breguet.

Quello che troviamo all’interno di questo straordinario cronografo a carica manuale, è la separazione dei treni del tempo utili all’orologio e al cronografo.
Infatti il calibro di manifattura Breguet 580DR ha il vantaggio di non risentire dell’avvio del cronografo, che rimane assolutamente ininfluente nei confronti dell’orologio.
Sul quadrante sono visibili i due bilancieri che rendono possibile questa separazione.
Quello di ore e minuti si trova sulla destra e ha una frequenza di 21.600 a/h (3 Hz), che offre una riserva di carica di 50 ore.
Sulla sinistra, troviamo il bilanciere che regola il cronografo e che batte a 36.000 a/h (5 Hz), che garantisce una misurazione più precisa.

Per rispettare la simmetria nel quadrante del Breguet Tradition, che vista la diversa frequenza dei due bilancieri, avrebbe richiesto un diametro più piccolo per quello del cronografo, gli ingegneri Breguet hanno trovato un sistema per ovviare questo “problema”: usare il titanio, che grazie ad un peso inferiore, girerà più velocemente a parità di diametro, in luogo del Glucydur per quello di ore e minuti.

Il cronografo

Ma il genio non finisce qui, anzi!
Dove trova l’energia per il suo funzionamento il cronografo?
Durante l’utilizzo dei pulsanti cronografici, una molla si carica, immagazzinando energia, che viene rilasciata a cronografo avviato.
L’autonomia che ne risulta sarà di 20 minuti.
Una volta fermato e azzerato, ecco che la ricarica è assicurata ancora una volta dai pulsanti a vite.
Nel particolare, il pulsante al 4 è per lo start e quello all’8 stoppa e azzera.

La cassa da 44 mm. di diametro ha le finiture che ci si aspetta da un Breguet, e le ampie vetrature, lasciano l’intero movimento, fronte e retro, completamente a vista, con un piccolo quadrante al 12, lavorato a guillochée, con ai lati la riserva di carica a destra e il contatore cronografico da 20 minuti a sinistra.

In considerazione della bellezza, della tecnologia e della tecnica racchiusi in questo splendido segnatempo, il prezzo è decisamente concorrenziale.
Il Breguet Tradition Cronografo è disponibile in due modelli: oro rosa a 78.800 Euro; oro bianco 77.800 Euro.
Enjoy!

BREGUET TRADITION 7087 MINUTE REPATER TOURBILLON

Si è aperto ieri il Salone internazionale dell’orologeria di Basilea 2015.
Tra le novità più o meno entusiasmanti, ho scelto quello che per me rappresenta più concretamente il sogno di molti collezionisti.
Il Breguet Tradition 7080 riunisce oltre che al design mozzafiato, le più significative complicazioni, unite ad una firma che storicamente, non ha possibilità di concorrenza: Breguet.

Racchiuse in una cassa in oro rosa da 44 mm. troviamo un calibro 565DR.
La platina e ponti sono in titanio, la frequenza è di 28.800 a/h ed una notevole (per la categoria) riserva di carica di 80 ore.
L’indicatore è visibile in una piccola finestrella al 12.
La ricarica è automatica bidirezionale con massa periferica in platino.

L’orologio

Le complicazioni raggruppate al suo interno sono tra le più affascinanti, come il tourbillon e la ripetizione minuti, inventata dallo stesso Abraham Louis Breguet nel 1783.
Il layout del quadrante è piuttosto inusuale per questa categoria di orologi, lasciando gran parte del movimento a vista.
Come inusuali sono i martelletti della ripetizione, che battono sui gong in senso verticale in luogo di un consueto movimento parallelo al movimento, rendendo più efficiente la percussione e la diffusione del suono.
A migliorare ulteriormente il suono, è l’attacco dei gong alla lunetta a ore 9 che trasmette il suono al vetro, amplificandolo ulteriormente il suono, ed in particolare i suoni gravi che nelle tradizionali ripetizioni con i gong all’interno della cassa, vengono eliminate.
In questo caso invece le frequenze udibili arrivano addirittura sotto i 4000Hz.

Il genio

Ma cosa centra il magnetismo con la ripetizione?
In un normale ripetizione minuti, i martelli sono alimentati da un bariletto, il quale si scarica durante la sua funzione.
Questo problema è stato già risolto con il classico regolatore, il quale libera in modo costante l’energia del bariletto.
Ma si sa, il regolatore è rumoroso.
Breguet ha risolto anche questo problema, inserendo un regolatore magnetico, che regola in maniera ottimale il rilascio di energia, nel completo silenzio e con un usura nulla delle parti.
Inoltre, la trasmissione dal bariletto fino ai gong, è mossa da una catena.

Il calibro Breguet 565DR mostra sul quadrante il tourbillon, composto da una spirale in silicio, insensibile ai campi magnetici e agli sbalzi termici.

Il Breguet Tradition 7087 è disponibile anche in oro bianco.
Il prezzo è ancora da comunicare.

Vi consiglio di guardare attentamente il video in attesa di foto ufficiali del fondello!

Breguet-Tradition-7087-1
Breguet-Tradition-7087-3
1426844922267

BREGUET CLASSIQUE TOURBILLON PERPÉTUEL

Tra i numerosi capolavori di Breguet a Baselworld 2014, troviamo la referenza 3797.
Si tratta di un Breguet Classique Tourbillon Quantième Perpétuel, ovvero dotato di un calendario perpetuo, che riconosce la durata dei mesi, compreso il febbraio e gli anni bisestili.

Oggi come allora, Breguet segue rigidissimi canoni qualitativi ed estetici dettati ancora dal Maestro Abraham Louis Breguet, ricalcando antiche tradizioni e metodi di fabbricazione, tra tecnica e tecnologia.
In particolare sulla referenza 3797, gli sforzi si sono concentrati sull’estetica, puntando su di una lettura delle molteplici informazioni istintiva, ma senza rinunciare alle mille tecniche di lavorazione del quadrante, che su questo orologio sono davvero numerose da elencare.
Gli stilisti Breguet hanno giocato molto sulla tridimensionalità, ponendo l’indicazione delle ore su di un disco zaffiro opalino che sporge in primo piano.
A contrasto, le tradizionali sfere a “pompe” Breguet in oro azzurrato alla fiamma, spiccano sulla scala delle ore, lasciano l’informazione a colpo d’occhio.
Sotto di essa, spunta un’altra sfera, posta su di un piano inferiore, la sfera del datario con affissione retrograda.

Un opera d’arte

Il quadrante, in foglia d’oro argentata, presenta numerose finiture diverse ed incise a mano a seconda delle zone.
Ad ore 6, un’apertura, lascia in bella mostra la sofisticata gabbia del tourbillon ad un minuto, riprogettato su di una nuova architettura ricurva.
La gabbia, con la sua rotazione indica anche i secondi continui tramite una sfera a 3 punte.
Ai lati del quadrante, rispettivamente al 3 e al 9, le indicazioni di giorno e mese.
Una seconda apertura a ore 3, lascia a vista un piccolo sole al quale è demandato il compito di indicare gli anni bisestili.

Sul retro, un’aia apertura in zaffiro, lascia a vista il movimento con le sue sontuose finiture.
Anche da questo lato è possibile ammirare l’ipnotico vorticare del tourbillon.

Come se non bastasse, gli artigiani Breguet, hanno superato ogni più rosea aspettativa, sfoggiando quello che non ci si aspettava: una versione scheletrata del Breguet 3797 con referenza 3795, dove il quadrante, trova nuove e numerose aperture che lasciano in mostra ampie parti di movimento.

In conclusione, oltre a prodezze estetiche e tecniche, i due Breguet 3797 e 3795 danno inoltre anche possibilità di scegliere tra una cassa in oro rosa o platino.
Anche qui si ritrovano elementi distintivi quali le scanalature sulla cassa, le anse saldate e le famose firme segrete ai lati del 6, compresi i codici identificativi e individuali.

Descrizione

Cassa in oro o platino da 41 mm. di diametro
Quadrante in oro argentato guilloché
Movimento meccanico a carica manuale
Funzioni di tourbillon e calendario perpetuo retrogrado
Calibro Breguet 558QP2 da 14,5 linee
21 rubini
Riserva di marcia di 50 ore
Bilanciere compensato da viti
Frequenza di 2,5 Hz
Regolato in 6 posizioni
Cinturino serrato da fibbia a libretto (3 lame)
Oro rosa: Ref. 3797BR/1E/9WU
Platino: Ref. 3797PT/1E/9WU

  • BREGUET CLASSIQUE TOURBILLON PERPÉTUEL
  • BREGUET CLASSIQUE TOURBILLON PERPÉTUEL
  • BREGUET CLASSIQUE TOURBILLON PERPÉTUEL

BREGUET CLASSIQUE CHRONOMETRIE 7727 10HZ

Grazie alla nuovo Breguet Classique 7727 inizia una nuova era.
Breguet continua a creare ed inventare sistemi per migliorare la cronometria nel pieno rispetto della sua storia, depositando negli ultimi 10 anni, oltre 100 brevetti.
Ma il 7 novembre 2010, il Marchio deposita uno dei brevetti più innovativi della storia della precisione con il suo perno magnetico.

Il nuovo Breguet Classique 7727, incassa infatti un calibro 574DR a carica manuale.
Batte ad una frequenza di ben 10 Hz grazie all’utilizzo di una spirale in silicio montata per la prima volta sul Breguet Tipe XXII.
Con il Classique 7727, Breguet migliora ulteriormente la precisione adottando una doppia spirale, un’ancora e una ruota di scappamento in silicio, appositamente studiati per questa referenza, arrivando a 830 microwatt di potenza.
Nonostante lapotenza espressa dal bariletto, l’orologio garantisce una riserva di carica di 60 ore.

Il Magnetismo

Ma l’innovazione di questo orologio si trova senz’altro nel suo perno magnetico.
I progettisti non solo hanno preso a cuore il problema del magnetismo, ma ne hanno tratto vantaggio.

Utilizzando un potente magnete, incorporandolo nell’asse del bilanciere, i tecnici hanno trovato un centro dinamicamente stabile, creando un campo magnetico nel quale far appoggiare l’asse, eliminando praticamente ogni difetto dato dalla posizione dell’orologio, creando un campo di “gravità artificiale”.

Durante un impatto, l’asse del bilanciere è assicurato dal campo magnetico che ripristina la posizione, che trova un ambiente più resistente e sicuro di un normale anti-shock.
Il risultato è un asse insensibile alla gravità più stabile e resistente agli urti.
Con tutte queste innovazioni, il 7727 ha una precisione di -1/+3 secondi al giorno, un risultato nettamente superiore ai limiti imposti dal COSC che richiede una precisione di -4/+6 sec/giorno.
Ancor più significativi i risultati sulle 6 posizioni, registrando una media di -2/+4 Sec/giorno.

In totale sono non meno di 6 brevetti per questa prodezza tecnica, simbolo di eccellenza orologiera di Breguet.

L’orologio

A rendere omaggio a queste prodezze, un estetica in puro stile Breguet.
Su di un classico quadrante in oro argentato, troviamo ore e minuti centrali, piccoli secondi al 12, la riserva di carica alle 5 e un contatore al decimo di secondo all’una con sfera in silicone ultraleggero ad inerzia ridotta che non influisce sulla marcia.
Per omaggiare il suo inventore A. L. Breguet, l’anti urto a paracadute è stato posizionato a vista a ore 2.

A completare questo capolavoro, i dettagli più significativi di Casa Breguet.
Ad esempio le sfere azzurrate alla fiamma “a pomme”, il quadrante a guilloché, i piccoli secondi a solei, la parte centrale a “clou de Paris”, la cassa scanalata, le anse saldate, e un vetro zaffiro sul fondello, per ammirare la prodezza tecnica che anima l’orologio.
L’impermeabilità è di 30 metri.
Ad assicurarlo al polso un cinturino di pelle con fibbia a libretto.

  • BREGUET CLASSIQUE CHRONOMETRIE 7727 10HZ
  • BREGUET CLASSIQUE CHRONOMETRIE 7727 10HZ
  • Breguet cal. 574DR
  • Breguet cal. 574DR
  • Breguet cal. 574DR
  • Breguet cal. 574DR

BREGUET TOURBILLON 5317

BREGUET TOURBILLON 5317

Era il 1801, quando Abraham Louis Breguet inventò il tourbillon.
Questo Meraviglioso orologio, porta la Ref. 5317, e fa parte della collezione Grande Complication Classique.
Incarna uno dei disegni più classici e riconoscibili della Maison.
Inoltre incorpora anche la massima espressione di tecnica omaggiando il Maestro con un bellissimo tourbillon a vista.

Con una cassa da 39 mm. di diametro, ha un prezzo di 95 mila Euro in oro giallo e di 106 mila Euro in platino.

Sul retro, una grande “B” incisa a mano sulla massa oscillante, rivela la straordinaria maestria degli incisori di Casa Breguet.

Questa variante a carica automatica, affianca la già superba versione a carica manuale.

  • BREGUET TOURBILLON 5317
  • BREGUET TOURBILLON 5317
  • BREGUET TOURBILLON 5317
  • BREGUET TOURBILLON 5317

BREGUET TYPE XXII 3880 ORO ROSA

L’iconico orologio Breguet Type XXII quest’anno si amplia con una ref. 3880 e una preziosa cassa in oro rosa.
Questo materiale nobilita ulteriormente questo orologio unico nel suo genere, con il suo movimento automatico cronografico con scappamento in silicio ed un spirale piana con una frequenza di ben 10 Hz (72.000 a/h).

La Meccanica

Grazie all’alta frequenza del suo scappamento, la precisione si riflette sulla lancetta dei secondi cronografici che compie un giro completo del quadrante in 30 secondi, dando la possibilità di una lettura più precisa.
Questa prodezza tecnica è resa possibile dal silicio, che da la possibilità di semplificare le parti mobili dello scappamento e prevenire problemi dovuti alla lubrificazione dei componenti ad una frequenza così estrema.

La lettura dei secondi cronografici è ulteriormente semplificata dalla distinzione tra i primi 30 secondi e dai 30 ai 60, grazie ad una diversa colorazione degl’indici sul rehault.
Infatti, compiendo un giro del quadrante in 30 secondi, al primo giro, se si ferma la misurazione, la sfera indicherà gl’indici bianchi.
Al secondo giro (nella misurazione da 31 a 60 secondi), la sfera dei secondi indicherà gl’indici in rosso.

L’Estetica

Come da tradizione Breguet, il Type XXII in oro rosa, è dotato anche di funzione “Retour en vol”, più conosciuta come Flyback, che permette con una sola pressione sul pulsante di azzeramento, il ritorno a zero della misurazione e la ripartenza.

Sul quadrante, ad ore 6, si può leggere un secondo fuso orario insieme alla data.
Attraverso la corona di carica, è possibile cambiare la posizione del secondo fuso orario senza influenzare la lancetta dei secondi.
Il datario si regola seguendo l’ora principale.
A ore 3 si trova l’indicatore delle 24 ore, così da sapere sempre se nel paese del fuso indicato è giorno o notte.
A ore 3 il contasecondi dell’orologio, compie un giro in 30 secondi.

Questo fantastico Breguet 3880 è completato da un quadrante marrone che risalta il colore dell’oro e le indicazioni in rosso del quadrante, e viene fornito con un cinturino in pelle marrone.

Specifiche

Breguet Type XXII Ref. 3880BR/Z2/9XV
Cassa tonda in oro rosa da 44 mm.
Lunetta bidirezionale
Corona a vite
Impermeabilità 100 metri
Movimento a carica automatica Breguet 589E da 13 linee e 3/4
27 rubini
Riserva di marcia di 40 ore
Scappamento in silicio da 72.000 a/h (10 Hz).
Regolato in 5 posizioni

BREGUET TYPE XXII 3880 ORO ROSA

BREGUET TYPE XXII 3880 ORO ROSA

BREGUET MARINE GMT 5857

La collezione Marine di Breguet, quest’anno si allarga con il nuovo modello GMT disponibile sia in oro rosa che in acciaio.
La complicazione di cui si veste il GMT 5857, torna utile a chi viaggia molto, con un comodo quadrante supplementare ad ore sei ed un indicatore delle 24 ore a ore 2.
Un indicatore della data a finestra a ore 6, completa la praticità di questo orologio.

La cassa rotonda ha un diametro di 42 mm. e presenta 2 motivi a protezione della corona che non è avvitata.
2 sono i quadranti, ognuno dedicato al colore del metallo della cassa: argento dorato per la cassa in acciaio e rodio nero per la cassa in oro rosa.
Il fondello in vetro zaffiro, permette di ammirare le finiture del calibro 517F da 11 linee e mezzo che vanta una riserva di carica di 72 ore.
La precisione è garantita da uno scappamento in silicio, così come la spirale piatta che batte a 28.800 a/h.

Specifiche

Ref. 5857BR/Z2/5ZU
Cassa: oro rosa 18 carati scanalata
Fondello: zaffiro
Diametro: 42 mm
Anse: a vite
Impermeabile fino a 10 bar (100 m)
Quadrante: rodio nero su oro 18 carati rabescato a mano con motivo a “onde”
Fuso orario: centrale
Riferimento orario: alle 6
Indicatore 24 ore: ore 2
Numerazione: individuale, firmato Breguet
Anello con numeri romani: per l’ora di riferimento
Anello con numeri arabi: per il secondo fuso orario
Sfere: Breguet “Pomme évidée” in acciaio lucidato
Movimento: meccanico a carica automatica.
Numerato e firmato Breguet
Calibro: 517F
11 1/2 linee
28 rubini
Riserva di carica: 72 ore
Scappamento: ad ancora in linea e spirale piatta in silicio
Frequenza: 4.0 Hz
Regolato in 6 posizioni
Bracciale: Caucciù nero
Disponibile anche: con cassa in acciaio e quadrante argentato

BREGUET MARINE GMT 5857

BREGUET TRADITION TOURBILLON ORO ROSA

A Baselworld 2012 Breguet ha introdotto alla sua già emblematica collezione Tradition, il nuovo Breguet Tradition Tourbillon 7047BR Fusee in oro rosa a 18 carati.

Questo grand compilation, dispone di un tourbillon conoide con trasmissione a catena e una spirale Breguet in silicio, che accomuna i modelli in oro giallo e platino.

Ispirato ai souscription tradizionali creati da Abraham-Louis Breguet, lascia alla vista sul lato quadrante, la trasmissione conoide a catena.
Questo scultoreo design del quadrante, evidenzia il sofisticato sistema che per il quale sono stati necessari ben 4 brevetti.

I componenti in silicio, sono stati presentati da Breguet per la prima volta nel 2006.
La spirale piana con curva finale sollevata, diviene nota come spirale Breguet.
Questo modello si presenta per la prima volta con una cassa in oro rosa e il leggendario quadrante guilloché in oro 18 carati con trattamento galvanico nero.

Specifiche

Cassa in oro rosa 18 carati
Vetro zaffiro su quadrante e fondello
diametro 41 mm.
Impermeabilità 30 metri

Quadrante in oro 18 carati nero decentrato a ore 7
tourbillon con secondi a ore 1

Movimento firmato e numerato Breguet Cal. 569
Carica manuale con tourbillon
16 linee
43 rubini
50 ore di riserva di carica
indicatore della riserva sul bariletto lato quadrante
trasmissione con fuso a catena
ponte del tourbillon in titanio
bilanciere in titanio con viti di compensazione in oro
Spirale in silicio
frequenza di 2,5 Hz
regolato in 6 posizioni

BREGUET TRADITION TOURBILLON ORO ROSA

Breguet Classique 5177

Il nuovo Breguet Classique 5177, è un esempio di semplicità e tradizione.
Disponibile fino ad ora nelle versioni in oro giallo e bianco, arriva finalmente una versione in oro rosso.
Mantiene naturalmente tutte le caratteristiche Breguet, come la cassa scanalata e il quadrante in oro massiccio argentato.

Il quadrante è disponibile anche in una deliziosa versione in smalto Grand Feu.
Le sfere a pomme sono naturalmente in acciaio azzurrato alla fiamma.

Il calibro 777Q ospita le funzioni di ore, minuti e secondi centrali e data al 3.
La meccanica a carica automatica vanta un ancora ed una ruota di scappamento in silicio.
Il movimento è un 12 linee con 26 rubini decorato a cote de Genève, numerato e firmato Breguet, con una frequenza di 4 Hz con bilanciere con viti di compensazione e massa oscillante in oro 18 carati.
La riserva di carica è di 55 ore.

La cassa in oro rosso è di 38 mm. di diametro, il vetro è zaffiro con anse saldate e con barre avvitate per assicurare il cinturino.
L’impermeabilità è di 3 atmosfere.

  • Breguet Classique 5177
  • Breguet Classique 5177