OMEGA SEAMASTER BULLHEAD


Come promesso, torniamo ad ampliare la discussione aperta a maggio, sul nuovo Omega Seamaster Bullhead.
Questa riedizione del famoso cronografo uscito nel 1969, ricalca le linee dell’originale.
Mantenendo però le caratteristiche che l’hanno reso famoso tra i collezionisti.
Come l’originale, il nuovo Bullhead, ha la corona di carica al 12 affiancata dai pulsanti cronografici.
La cassa è simmetrica da 43 mm. (contro i vecchi 41,5) con finiture latrante di spazzolato e lucido, e una seconda corona a ore 6 per il controllo della ghiera girevole interna.

I pulsanti cronografici sono stati sostituiti da pulsanti di forma.
In origine, questi erano di forma rotonda, ma sempre posizionati nella parte superiore della carrure.

Al suo interno però troviamo il cambiamento più significativo.
Anche il calibro a carica manuale Omega 930 (sempre di derivazione Lemania 1873), viene sostituito.
Il nuovo Omega Co-Axial 3113 è a carica automatica e vanta uno smistamento tramite ruota a colonne.

Il quadrante riprende la disposizione classica dell’originale, ma con tre diverse soluzioni.
All’interno del quadrante, una lunetta girevole dotata di una scala delle 24 ore divisa cromaticamente tra il giorno e la notte.
Il quadrante sarà protetto da un vetro zaffiro antiriflesso su ambo i lati.
Il fondello serrato a vite è chiuso e riporta il classico ippocampo della collezione Seamaster.

Il Bullhead sarà corredato da un cinturino in pelle marrone.
A migliorare insieme agli altri elementi, è l’impermeabilità.
Infatti è cresciuta fino a 150 metri (500 piedi/15 bar).
Verrà proposto in un edizione limitata di soli 669 esemplari.

L’Omega Seamaster Bullhead è accompagnato da una garanzia di tre anni ed è proposto ad un prezzo intorno ai 8000 CHF.

  • OMEGA SEAMASTER BULLHEAD
  • OMEGA SEAMASTER BULLHEAD
  • OMEGA SEAMASTER BULLHEAD

HUBLOT MP-05 FERRARI

Un nuovo record si affaccia al mondo dell’orologeria con questo nuovo Hublot MP-05, con il nuovo movimento progettato interamente dagli ingegneri operai di Casa.
Ben 50 giorni di riserva di carica in omaggio alla Ferrari, a testimoniare l’altezza del Marchio di Maranello.
Ed è record anche in Casa Hublot, con l’orologio dal maggior numero di componenti: ben 637.

Sviluppato insieme ai tecnici della Ferrari, il nuovo Hublot MP-05, tra i suoi 637 componenti, conta ben 11 bariletti disposti in linea che muovono il tourbillon per 50 giorni senza dover ricaricare.
Gli 11 bariletti si scaricano contemporaneamente solidarmente, e non uno alla volta, garantendo così anche una più costante marcia.

La linea disegnata dal vetro zaffiro ricorda quella delle automobili, sostenuto da una cassa in titanio con trattamento PVD nero ed inserti in carbonio.

L’ora è indicata da piccoli cilindri in alluminio, così come i secondi solidali alla gabbia del tourbillon che ha un diametro di 14,5 mm.
Le ore e i minuti sono visualizzati tramite i cilindri sulla destra, uno sopra all’altro, mentre sulla sinistra è indicata la riserva di carica con richiami rosso Ferrari.

Ad assicurare l’MP-05 al polso, un cinturino in caucciù nero con fibbia in titanio PVD nero.

La confezione speciale con cui viene consegnato l’orologio, è dotata di un apposito strumento in pelle e carbonio per la ricarica dell’orologio, il cui design è stato ispirato anche qua al design delle automobili Ferrari.

L’MP-05 sarà prodotto in soli 50 esemplari con referenza Hublot 905.ND.0001.RX.

Dimensioni: 45,8 x 39,5 mm.
Spessore 15,3 mm.
108 rubini
21.600 a/h (3Hz)
Riserva di marcia: 50 giorni.

  • HUBLOT MP-05 FERRARI
  • HUBLOT MP-05 FERRARI
  • HUBLOT MP-05 FERRARI
  • HUBLOT MP-05 FERRARI
  • HUBLOT MP-05 FERRARI
  • HUBLOT MP-05 FERRARI

EBERHARD TAZIO NUVOLARI VANDERBILT CUP NAKED

Era il 1936, quando Tazio Nuvolari vinceva la Coppa Vanderbilt sul circuito Roosvelt Raceway nello stato di New York, a bordo della sua Alfa Romeo 12 cilindri.

Oggi Eberhard & Co. torna a dedicare un orologio ad una delle più prestigiose vittorie del leggendario pilota italiano.
Concepito con un look “all black”,  il nuovo Eberhard Tazio Nuvolari Vanderbilt Cup è decisamente più moderno all’interno di una delle collezioni più amate del Marchio.

L’orologio

Animato da un movimento meccanico a carica automatica, il nuovo Eberhard Tazio Nuvolari Vanderbilt Cup, è il primo della collezione a presentarsi con un quadrante tutto nero e cifre bianche.
Un tocco d’epoca reinterpretato per i nostri giorni.
Come già visto su altri cronografi della collezione, anche in questo caso abbiamo il pulsante cronografico coassiale con la corona di carica.
Un tributo ai cronografi della Maison degli anni 30.
La cassa in acciaio da 42 mm. risulta più leggera dei modelli precedenti.
Questo grazie anche ad un fondello a vista invece che chiuso, da cui il nome “naked”.
Il termine è conosciuto agli appassionati di motori grazie all’assenza di pannelli che lasciano a vista il motore.
Allo stesso modo l’Eberhard Tazio Nuvolari Vanderbilt Cup Naked, ha un fondello in vetro zaffiro autografato dal Pilota.

Il Movimento

Il movimento a vista si mostra con tutte le sue finiture come le viti azzurrate, i 30 rubini, il perlage come sui cruscotti delle vecchie auto e le cote de Genéve.
42 sono infine le ore di riserva di marcia.
Ad assicurarlo al polso un cinturino di pelle con cuciture a contrasto e una fibbia ad ardiglione.

EBERHARD TAZIO NUVOLARI VANDERBILT CUP NAKED

Eberhard & Co. Tazio Nuvolari Vanderbilt Cup Naked

OMEGA SEAMASTER BULLHEAD

Uscito per la prima volta nel 1969, l’Omega Seamaster “Bullhead” portava la referenza 146.011.
Si tratta di uno dei cronografi più rari del Marchio e ben noto tra i collezionisti.

E’ stata una piacevole sorpresa quella presentata a Baselworld 2013 con il nuovo cronografo.
Animato da un movimento automatico Omega 3113 di derivazione Frédéric Piguet.
Le novità su questo calibro sono lo scappamento coassiale e la spirale in silicio.
La nuova cassa ha un diametro di 43 mm. ovvero un po’ più grande dei 41,5 del modello originale.

Attendiamo di saperne di più su quest’orologio tanto atteso dagli appassionati del marchio.

  • OMEGA SEAMASTER BULLHEAD
  • OMEGA SEAMASTER BULLHEAD
  • OMEGA SEAMASTER BULLHEAD

VULCAIN CRICKET NAUTICAL SEVENTIES

A Baselworld, Vulcain ha introdotto una replica del modello Nautical del 1970.
Si tratta di un orologio che gode di un’impermeabilità di ben 300 metri.
In grado di fornire le tabelle di decompressione ha inoltre un’allarme meccanico udibile sott’acqua.
All’epoca il Nautical fu il primo orologio subacqueo con sveglia impermeabile fino a 300 metri.

Il Cricket oggi

Il nuovo modello ha una cassa da 42 mm. di diametro per 17,6 di spessore, con un’alternanza di superfici satinate e lucide.
Il vetro è in esalite che sporge abbondantemente dalla cassa, per dare un aria vintage.
Il fondello in 3 pezzi ha una cassa di risonanza, utile ad amplificare il suono dell’allarme.
Al suo interno un calibro Vulcain V-10 a carica manuale.
Dotato di 25 rubini, è composto da 152 componenti di cui un doppio bariletto (uno per l’ora ed uno per l’allarme).
Con una frequenza di 18.000 a/h, si presenta con viti azzurrate ed una riserva di marcia di 42 ore.
Le finzioni comprendono ore, minuti, secondi, allarme, una tavola per la decompressione, ed una lunetta graduata di 60 minuti azionabile tramite la corona a vite al 4.
La durata dell’allarme è di 20 secondi.

Storico

Lanciato per la prima volta nel 1961, il Vulcain Cricket Nautical era un orologio veramente all’avanguardia.
Fu un’anteprima assoluta che cambiò per sempre la prospettiva delle immersioni.
A seguire lo sviluppo del progetto furono il campione d’immersione, record man e matematico Hannes Keller, un esploratore e regista Max-Yves Brandily e Artur Droz, istruttore di subacquea nazionale rappresentante della francese CIAS (Centre d’Investigations et d’Activités Sous-Marines).
Il loro aiuto allo sviluppo dell’orologio ha portato ad un risultato straordinario per l’epoca.
Il primo orologio subacqueo con allarme e tabelle di decompressione, garantito fino a 300 metri, ovvero 30 kg/cm2!

Il Vulcain Cricket Nautical Seventies, è disponibile in due colorazioni di quadrante: blu o arancione, con cinturino in pelle idrorepellente nera con rivestimento intonato al quadrante.
Disponibile in edizione limitata a 300 pezzi a circa 5000 Euro.

  • VULCAIN CRICKET NAUTICAL SEVENTIES
  • VULCAIN CRICKET NAUTICAL SEVENTIES

HARRY WINSTON OPUS XIII

59 lancette orientabili per i minuti.
Undici triangoli mobili per le ore.
Una finestra scorrevole per uno spettacolo di minuti e ore che appaiono e scompaiono istantaneamente.
I minuti si accumulano su di una pista ed ogni 5 minuti appare una lancetta rossa per poi scomparire e ricominciare nei seguenti 5.
I triangoli sfaccettati compaiono ad indicare le ore, per scomparire e lasciare al triangolo successivo, l’indicazione dell’ora seguente.
Ogni 12 ore il logo Harry Winston compare magicamente al centro per scomparire 60 minuti più tardi.
Questo è un assaggio del Harry Winston Opus XIII.

Tanti Rubini

Le 59 lancette dei minuti, ruotano su perni ad albero tenuti ciascuno da 2 rubini, portando il numero di questi a ben 242.
Nessun altro orologio al mondo ha mai avuto tanti rubini.
Ogni singola lancetta necessita di un’accurata regolazione, sfidando la destrezza dell’orologiaio.
I rubini sono così piccoli, che nell’atelier, la confezione, è stata aperta in ambiente statico per paura che volassero via.

L’ultimo arrivato

Ma l’Opus XIII non è un orologio dalle dimensioni importanti.
Sotto al vetro fumè, si nascondono 59 piccole sfere ricavate da un unico pezzo con la tecnica della “LIGA” (lithography electroplating and molding).
L’unica cosa che ha in comune l’Opus XIII con gli altri orologi, è lo scappamento, mentre il resto è pura invenzione, un idea dell’orologiaio indipendente Ludovic Ballouard.
2 sono i cervelli di questo orologio.
Uno bariletto serve ad alimentare il bilanciere ad una frequenza di 21.600 a/h.
L’altro bariletto fornisce l’energia ai minuti rilasciando l’energia ogni 60 secondi spinto dalla ruota di centro.
L’elemento chiave di questo straordinario meccanismo, è l’anello esterno guidato dal secondo bariletto.

La Complicazione

Ogni minuto salta in avanti di un passo, rilasciato e bloccato da una leva con 2 rubini e comandato da una camma che lavora grazie alla ruota di centro.
Un dito sull’anello avanza spostando una sfera ogni minuto di 40 gradi rivelandosi sul quadrante.
Alla fine del 59° minuto, un secondo anello esterno entra in gioco sul bordo merlato, ruotando contemporaneamente i 59 minuti in vista, nascondendoli.
Il meccanismo dell’ OPUS XIII per le ore non è meno geniale.
Anche in questo caso si tratta di un anello esterno che salta in avanti ogni 60 minuti, girando il triangolo del vecchio orario di 180 gradi nascondendolo sotto la cupola sfaccettata e contemporaneamente facendo comparire quella successiva.

Al centro di questo meccanismo, una camma a chiocciola, ruota avanti ogni ora.
Un dito ingrana un pignone che ogni 12 ore apre un otturatore al centro della cupola sfaccettata, mettendo in vista il logo Harry Winston.

Entrambi i bariletti sono caricato tramite la corona facendola ruotare avanti e indietro.
Un pignone a dondolo impegna il bariletto per il treno quando si ruota la corona in avanti e si sposta per caricare l’altro bariletto quando la corona viene ruotata nella direzione opposta.
Allo stesso modo, quando si estrae la corona per la rimessa, da una parte avanzano le ore e dall’altra i minuti.

  • HARRY WINSTON OPUS XIII
  • HARRY WINSTON OPUS XIII
  • HARRY WINSTON OPUS XIII
  • HARRY WINSTON OPUS XIII
  • HARRY WINSTON OPUS XIII
  • HARRY WINSTON OPUS XIII
  • HARRY WINSTON OPUS XIII
  • HARRY WINSTON OPUS XIII

ROLEX OYSTER PERPETUAL GMT-MASTER II

Protagonista del salone di Baselworld 2013, è stato il nuovo Rolex GMT Master II Ref. 116710.

Il GMT Master di Rolex, si è guadagnato fama nel 1959, quando la Pan-Am lo adottò come orologio ufficiale, dopo il successo nel primo volo intercontinentale New York-Mosca.

A Baselworld 2013 Rolex ha introdotto l’ennesima evoluzione dell’ Oyster Perpetual GMT-Master II in acciaio 904L con un nuovo inserto lunetta in Cerachrom con un inedita colorazione nero/blu che rappresenta il giorno e la notte e che ha fatto gridare al miracolo da parte degli appassionati della Casa coronata.

Simbolo di impermeabilità e robustezza, la cassa Oyster da 40 mm. è garantita fino a 100 metri di impermeabilità ed è realizzata in acciaio 904L.
Il fondello è serrato a vite con la caratteristica zigrinatura dedicata, la corona a vite ha il sistema brevettato Triplock e protetta da spallette.
Il vetro zaffiro ha la lente sul datario.

Ad animare il nuovo Rolex Oyster Perpetual GMT-Master II è il calibro 3186 a carica automatica interamente sviluppato e prodotto da Rolex e come tutti i movimenti Rolex, anch’esso è dotato di certificato di cronometro del C.O.S.C.
Il bilanciere è dotato della nuova spirale Parachrom blu brevettata da Rolex in una lega esclusiva insensibile ai campi magnetici e agli sbalzi di temperatura fino a 10 volte una normale spirale.

Ad assicurarlo al polso un bracciale in acciaio con chiusura di sicurezza Oysterlock che ne impedisce l’apertura accidentale.
La fibbia è dotata anche del sistema di regolazione Easylink, che permette una regolazione rapida fino a 5 mm. d’estensione.

Specifiche

Cassa tipo Oyster
Diametro di 40 mm.
Materiale: acciaio 904L a finitura lucida e satinata
Fondello a vite con scanalature Rolex
Lunetta girevole unidirezionale graduata 24 ore con inserto Cerachrome nero/blu
Corona serrata a vite con sistema Triplock
Vetro zaffiro antigraffio
Lente ciclopica 2,5x
Impermeabilità 100 metri (330 piedi)
Movimento Cal. Rolex 3186
Certificazione COSC
Funzioni di ore, minuti, secondi 24 ore e data istantanea
24 ore regolabile indipendentemente
Frequenza di 28.800 a/h
Spirale Parachrom con curva Breguet
Bilanciere ad inerzia variabile
31 rubini
48 ore di carica
Quadrante laccato nero
Indici il oro bianco con trattamento Chromalight
Bracciale Oyster in 3 pezzi in acciaio 904L
Fibbia pieghevole Oystelock con chiusura di sicurezza Easylink

  • ROLEX OYSTER PERPETUAL GMT-MASTER II
  • ROLEX OYSTER PERPETUAL GMT-MASTER II
  • Cal. Rolex 3186

BREGUET CLASSIQUE CHRONOMETRIE 7727 10HZ

Grazie alla nuovo Breguet Classique 7727 inizia una nuova era.
Breguet continua a creare ed inventare sistemi per migliorare la cronometria nel pieno rispetto della sua storia, depositando negli ultimi 10 anni, oltre 100 brevetti.
Ma il 7 novembre 2010, il Marchio deposita uno dei brevetti più innovativi della storia della precisione con il suo perno magnetico.

Il nuovo Breguet Classique 7727, incassa infatti un calibro 574DR a carica manuale.
Batte ad una frequenza di ben 10 Hz grazie all’utilizzo di una spirale in silicio montata per la prima volta sul Breguet Tipe XXII.
Con il Classique 7727, Breguet migliora ulteriormente la precisione adottando una doppia spirale, un’ancora e una ruota di scappamento in silicio, appositamente studiati per questa referenza, arrivando a 830 microwatt di potenza.
Nonostante lapotenza espressa dal bariletto, l’orologio garantisce una riserva di carica di 60 ore.

Il Magnetismo

Ma l’innovazione di questo orologio si trova senz’altro nel suo perno magnetico.
I progettisti non solo hanno preso a cuore il problema del magnetismo, ma ne hanno tratto vantaggio.

Utilizzando un potente magnete, incorporandolo nell’asse del bilanciere, i tecnici hanno trovato un centro dinamicamente stabile, creando un campo magnetico nel quale far appoggiare l’asse, eliminando praticamente ogni difetto dato dalla posizione dell’orologio, creando un campo di “gravità artificiale”.

Durante un impatto, l’asse del bilanciere è assicurato dal campo magnetico che ripristina la posizione, che trova un ambiente più resistente e sicuro di un normale anti-shock.
Il risultato è un asse insensibile alla gravità più stabile e resistente agli urti.
Con tutte queste innovazioni, il 7727 ha una precisione di -1/+3 secondi al giorno, un risultato nettamente superiore ai limiti imposti dal COSC che richiede una precisione di -4/+6 sec/giorno.
Ancor più significativi i risultati sulle 6 posizioni, registrando una media di -2/+4 Sec/giorno.

In totale sono non meno di 6 brevetti per questa prodezza tecnica, simbolo di eccellenza orologiera di Breguet.

L’orologio

A rendere omaggio a queste prodezze, un estetica in puro stile Breguet.
Su di un classico quadrante in oro argentato, troviamo ore e minuti centrali, piccoli secondi al 12, la riserva di carica alle 5 e un contatore al decimo di secondo all’una con sfera in silicone ultraleggero ad inerzia ridotta che non influisce sulla marcia.
Per omaggiare il suo inventore A. L. Breguet, l’anti urto a paracadute è stato posizionato a vista a ore 2.

A completare questo capolavoro, i dettagli più significativi di Casa Breguet.
Ad esempio le sfere azzurrate alla fiamma “a pomme”, il quadrante a guilloché, i piccoli secondi a solei, la parte centrale a “clou de Paris”, la cassa scanalata, le anse saldate, e un vetro zaffiro sul fondello, per ammirare la prodezza tecnica che anima l’orologio.
L’impermeabilità è di 30 metri.
Ad assicurarlo al polso un cinturino di pelle con fibbia a libretto.

  • BREGUET CLASSIQUE CHRONOMETRIE 7727 10HZ
  • BREGUET CLASSIQUE CHRONOMETRIE 7727 10HZ
  • Breguet cal. 574DR
  • Breguet cal. 574DR
  • Breguet cal. 574DR
  • Breguet cal. 574DR

LONGINES HYDROCONQUEST 2013

Diverse sono le novità Longines a questo salone di Basilea 2013.
Andiamo a presentare quello che sarà un best seller per l’estate: il Longines HydroConquest 2013.

A differenza del modello precedente, troviamo un nuovo quadrante a numeri arabi.
La cassa in acciaio ora è disponibile in 2 misure.
Una da 41 mm. e una più discreta da 39.
In entrambi i casi siamo contenti di non vedere misure anabolizzante e sproporzionate.
Il vetro è in zaffiro antiriflesso ed ha una resistenza all’acqua di 300 metri.

La scelta

3 sono i movimenti disponibili: un Longines L2623.2 e un Longines L115.2 entrambi alimentati da quarzo; un terzo movimento Longines L619.2 invece è alimentato a carica automatica su base Eta 2892-A2 con 21 rubini e una frequenza di 28.800 a/h per 42 ore di riserva di carica.

E tre sono anche i colori disponibili di quadrante: blu, crema e nero, tutti con numeri arabi.
La ghiera è disponibile nel colore del quadrante o di un bel rosso.
A corredo viene fornito un bracciale in acciaio o un cinturino tecnico in caucciù con fibbia pieghevole di sicurezza.

I prezzi saranno probabilmente allineati con quanto ci ha abituati la Maison, con un ottimo rapporto qualità prezzo.

  • LONGINES HYDROCONQUEST 2013
  • LONGINES HYDROCONQUEST 2013
  • LONGINES HYDROCONQUEST 2013

BLANCPAIN FIFTY FATHOMS BATHYSCAPHE

Fin dalla sua nascita, nel 1953, il Blancpain Fifty Fathoms è diventato l’archetipo dei moderno orologi subacquei.

Di ispirazione vintage, oggi, il nuovo Fifty Fathoms Bathyscaphe viene presentato alla fiera di Baselworld 2013 in due versioni: la prima da uomo e la seconda da donna, co gli ultimi sviluppi inerenti le spirali in silicio.

Come gli originali modelli, anche questo si presentano con spigoli vivi e sfere dal disegno dell’epoca e con un piccolo datario.
Anche nella nuova versione, la lunetta presenta grafiche luminescenti.

All’interno un movimento di moderna confeziona a carica automatica che batte a 28.800 a/h e con spirale in silicio antimagnetico.
Il movimento è visibile attraverso un vetro zaffiro.

Una novità che viene introdotta per la prima volta in Casa Blancpain, è la lunetta in Liquidmetal®, un materiale amorfo che impedisce qualsiasi deformazione e che lega bene con l’inserto in ceramica.

Ad assicurarlo al polso un cinturino in tessuto tecnico, o in alternativa, un cinturino tipo Kaki.

Calibro Blancpain 1315

Calibro Blancpain 1315
Spessore: 5,65 millimetri
Diametro: 30,60 millimetri
Riserva di carica: 120 ore
Rubini: 35
Componenti: 227
Cassa: acciaio
Spessore: 13,40 millimetri
Diametro: 43,00 millimetri
Impermeabile fino a 30 bar / 300 m
Fondello: vetro zaffiro


BLANCPAIN FIFTY FATHOMS BATHYSCAPHE BLANCPAIN FIFTY FATHOMS BATHYSCAPHE

Calibro Blancpain 1150
Spessore: 3,37 millimetri
Diametro: 26,20 millimetri
Riserva di carica: 100 ore
Rubini: 28
Componenti: 210
Cassa: acciaio
Spessore: 10,77 millimetri
Diametro: 38,00 millimetri
Impermeabile fino a 30 bar / 300 m
Fondello: vetro zaffiro

Blancpain 1150