HUBLOT MAGIC GOLD


Hublot è ormai nota per l’utilizzo di material inusuali, come il Cermet (una lega di ceramica e metallo), il tungsteno, e un materiale denominato “Hublonium“, una lega di magnesio e alluminio.
Ora l’Azienda presenta una nuova lega d’oro, molto dura e resistente ai graffi che ha chiamato “Magic Gold“.

Nonostante tutte le qualità dell’oro convenzionale, ha il problema di essere tenero.
Nella scala Vikers, l’oro a 18 carati, ha una durezza di 140.
L’acciaio 316L usato ad esempio nella fabbricazione dei bracciali, varia da 200 a 240 Vikers.
Il Magic Gold invece, misura ben 1000 punti nella scala Vikers!

Hublot comunque non è la prima ad inserire una lega d’oro ad alta resistenza.
Già nel 2010 A. Lange Sohne sviluppò una lega in oro per il 165° anniversario di F.A. Lange, con una lega che arrivò a 300-320 Vikers detta “Honey Gold”.

La Lega

Il Magic Gold, viene fabbricato approfittando dei piccoli pori della ceramica.
Il processo di fabbricazione per il quale Hublot ha guadagnato il brevetto, comincia proprio dalla polvere di ceramica, in particolare con il carburo di boro, che viene pressato nella forma desiderata con una pressione di 30 mila libbre/pollice.
I pezzi preformati, vengono poi cotti ad una temperatura di 2200°, che da alle forme una struttura rigida senza alterarne la forma.
Nel frattempo si porta a fusione l’oro a 24 carati ad una temperatura di 1100°, per inserirlo in una macchina ultramoderna che inietta l’oro nelle porosità delle forme di ceramica, forzando l’assorbimento con una pressione di 3000 libbre/pollice.
L’oro liquefatto riempie così le porosità della ceramica, dando vita ad un nuovo materiale.

Detto questo, nasce una nuova domanda: quindi il Magic Gold, è oro 18 carati?
La risposta è si.
Per essere considerato oro 18 carati, l’oro deve presentare almeno 750 parti d’oro su 1000.
Dopo un’attenta analisi, l’Ufficio centrale Svizzero per il controllo dei materiali preziosi, ha stabilito che almeno il 75% del materiale è composto da oro puro.

Nella fase successiva, il pezzo viene lavorato nella forma desiderata dal blocco di Magic Gold, prendendo la forma adatta per la creazione di un Hublot Big Bang o un King Power.

Per la lavorazione di questo durissimo metallo, sono necessari frese con lama in diamante.
Dopo la lavorazione la parte viene lucidata ed esposta agli ultrasuoni a 50 mila Hz per donare alla cassa la lucentezza desiderata.

Applicazioni

A Basilea è stato presentato per la prima volta un Big Bang Chrono Magic Gold con movimento Eta Valjoux 7753 ed un quadrante completamente nero.

Hublot ha trovato un team in grado di sviluppare questo materiale in Svizzera, presso il Federal Institute of Technology di Losanna e guidato da Andres Mortensen.
Giovane ingegnere metallurgico, Mortensen ha chiamato nel team anche Senad Hasanovic come dottorando.
A completamento del progetto, Jean-Clude Bivier, allora a capo del progetto ed ora presidente Hublot, assunse Hasanovic per produrre questo materiale all’interno di Hublot.
Oggi Hasanovic dirige la produzione del Magic Gold nella fonderia Hi-tech di Hublot.

Inoltre Hasanovic assicura che questo procedimento, non è applicabile solo all’oro, ma anche ad altri materiali come l’alluminio.
E non solo si possono fondere nella ceramica, ma è un processo che si può applicare anche al carbonio.
Vista la recente partnership con Ferrari, l’interesse che c’è intorno a questo processo, stimola particolarmente l’interesse.

Attendiamo ansiosi il futuro.


HUBLOT MAGIC GOLD

  • HUBLOT MAGIC GOLD
    il carburo di boro viene messo in uno stampo per essere pressato
  • HUBLOT MAGIC GOLD
    l’oro viene fuso
  • HUBLOT MAGIC GOLD
    l’oro viene colato nel cilindo ceramico
  • HUBLOT MAGIC GOLD
    con la pressione si sviluppa un calore estremo che infiltra l’oro nella ceramica
  • HUBLOT MAGIC GOLD
    il risultato non appare come prezioso, me è comunque oro a 18 carati
  • HUBLOT MAGIC GOLD
    il pezzo lavorato dev’essere lucidato per dargli una lucentezza metallica
  • HUBLOT MAGIC GOLD

 


GRAND SEIKO GALANTE ROLLING STONES

Seiko Festeggia i 50 anni dei Rolling Stones, dedicandogli un orologio in edizione limitata della linea Galante di Grand Seiko.
Sarà in vendita dal 24 agosto ma nel solo mercato giapponese, ad un prezzo di circa 5225 Euro.
Inoltre sarà un Edizione limitata a soli 350 esemplari.

Ref. SBLL017
Movimento meccanico a carica manuale Cal. 8L38.
Cassa in acciaio da 45 mm. di diametro.
Vetro zaffiro.
Fondello trasparente in vetro zaffiro.
Cinturino in pelle di coccodrillo con fibbia pieghevole.
Impermeabile fino a 200 metri.

  • GRAND SEIKO GALANTE ROLLING STONES
  • GRAND SEIKO GALANTE ROLLING STONES

LONGINES HERITAGE 1942

Una delle novità Longines di Basilea per festeggiare i suoi 180 anni, è stato questo nuovo cronografo Heritage 1942, ispirato ad un cronografo degli anni 40 dotato del celebre calibro Longines 13ZN.

Con una cassa in acciaio tonda da 40 mm. di diametro, questo cronografo monta un movimento meccanico a carica automatica dotato di ruota a colonne.
I pulsanti cronografici di forma tonda, sono coerenti con lo stile degli anni 40.
Le varianti di colore sono 2: con quadrante bianco laccato o nero, con numeri arabi, minuteria a “ferrovia”, e grafiche a contrasto con il colore del quadrante.
Le sfere si differenziano a seconda del quadrante: azzurrate nel caso del quadrante bianco e rodiate in caso di quadrante nero.

Il movimento è un calibro L688.2, un esclusiva Eta per Longines e derivante dal calibro Eta A08.L01 con 27 rubini ed una frequenza di 28.800 a/h (4Hz) e una riserva di carica di 54 ore.

Due sono i vetri zaffiro antiriflesso, per il quadrante e per il fondello.
Con un impermeabilità di 30 metri, un cinturino in alligatore con fibbia ardiglione, l’orologio sarà in vendita a 2500 Euro circa.

Ref. L2.767.4.13.2 (quadrante bianco)
Ref. L2.767.4.53.2 (quadrante nero)

  • LONGINES HERITAGE 1942
  • LONGINES HERITAGE 1942

RAYMOND WEIL FREELANCER URBAN BLACK

E’ stato presentato il mese scorso a Basilea, il nuovo Raymond Weil Freelancer Urban Black.
Dotato di una cassa con trattamento opaco PVD in acciaio così come lunetta e corona ed un vetro zaffiro fumè.
Questo nuovo trattamento PVD opaco
Le sue dimensioni sono di 42 mm. di dametro per 13,7 di spessore, con un fondello in vetro zaffiro anch’esso fumè antiriflesso.
Al suo interno un calibro automatico Valjoux 7750 con 25 rubini, una frequenza di 28.800 a/h e 46 ore di riserva di carica con funzione cronografica.
Il quadrante nero opaco presenta indici luminescenti con numeri arabi e sfere nere lucide anch’esse luminescenti.
Le funzioni cronografiche sono contraddistinte da un colore rosso.
Il cinturino è rivestito in pelle nera opaca con impunture antracite.
La resistenza all’acqua è di 100 metri.

Con una referenza 7730 BK 05207, il Raymond Weil Freelancer è in vendita a circa 3000 Euro.

RAYMOND WEIL FREELANCER URBAN BLACK

ORIS TUBBATAHA REGULATOR DIVE

Oris ripropone una inusuale combinazione di orologio con affissione a regolatore su un orologio subacqueo.
La Oris è l’unica Casa ad aver proposto mai un regolatore su un Dive piuttosto che un “Pilot watch”  o un classico.
Il nome del modello si riferisce al Reef Tubbataha National Park nelle Filippine, sede di una delle più belle barriere coralline al mondo.
Pertanto, una percentuale dei ricavati, verrà devoluto a favore della conservazione del reef e alla sua sorprendente varietà di vite marine.

Il Regulator Dive verrà venduto in un edizione limitata di 2000 esemplari.
Avrà la cassa in titanio da 46 mm. di diametro, con un impermeabilità di 500 metri.
Il movimento è meccanico a carica automatica su base Sellita SW220.
La cassa è dotata di valvola per l’elio, una lunetta in ceramica, e le sfere trattate con Superluminova.
Disponibile con cinturino in caucciù nero con fibbia pieghevole in titanio ma anche con bracciale in titanio con chiusura estensibile.

Sul fondello un disegno di uno squalo, in omaggio ad una delle creature in via di estinzione che vivono nel reef di Tubbataha.

  • ORIS TUBBATAHA REGULATOR DIVE
  • ORIS TUBBATAHA REGULATOR DIVE

HUBLOT ANTICYTHERE

Sei mesi fa, a Parigi, Hublot aveva rivelato al Museo di Arti e Mestieri, il movimento sviluppato in omaggio dell’orologio astronomico Anticythère.
Trattasi dell’orologio astronomico ritrovato nei fondali greci nel 1900 e risalente probabilmente al secondo secolo A.C. e descrivente la posizione del nostro cielo, della Luna e del Sole.
Hublot ha reso omaggio a questo capolavoro in miniatura, dando luogo ad un orologio da polso con aggiunta di ore, minuti e un sistema di scappamento a tourbillon con una riserva di carica di 5 giorni.

A Baselworld 2012 Hublot ha finalmente presentato ufficialmente l’orologio Anticythère.

Sotto la guida di Jean-Claude Bivier, solo quattro esemplari di questo capolavoro vedranno la luce.
Il primo esemplare, che è stato presentato a Basilea, è destinato al museo di Atene, dove sarà esposto a fianco ai resti dell’originale Anticythère.
Il secondo, sarà messo all’asta per il museo Archeologico di Atene.
Il terzo, rimarrà in mostra al Museo di Arti e mestieri di Parigi.
Il quarto ed ultimo esemplare, sarà trattenuto dalla Hublot per il proprio museo.

L’orologio

Questo capolavoro è la perfetta fusione tra antichità e modernità.
I suoi 2 vetri zaffiro sfaccettati, mettono in risalto il suo doppio quadrante.
Le 2 corone presentano una forma a croce che ricorda l’orologio da cui prende ispirazione.
Quella al 6 serve alla ricarica e alla rimessa dell’ora.
Quella al 12 permette le correzioni astronomiche ed indicano l’età della Luna rispetto al Sole.
Di fronte alla complessità dei dati visualizzati, le corone sono dotate di un sistema di sicurezza che ne impediscono l’uso accidentale.
La cassa in titanio sabbiato protegge questo eccezionale meccanismo.
L’orologio è assicurato da un cinturino in caucciù progettato per in esclusiva per questo orologio.

Specifiche

Ref. MP-04 Anticythère 904.NX.4101.RX
Cassa in titanio microblillé
dimensioni: 49,9 x 49,05 mm. per 20,83 di spessore
Lunetta e corone in titanio microblillé
Cassa in titanio microblillé rivestita in PVD
Vetri in zaffiro sfaccettato antiriflesso
impermeabilità 3 atm.
Calibro Hublot Anticythère 2033.CH01
meccanico a carica manuale
funzioni di ore, minuti, secondi tramite tourbillon
Riserva di carica di 120 ore

  • HUBLOT ANTICYTHERE
  • HUBLOT ANTICYTHERE
  • HUBLOT ANTICYTHERE
  • HUBLOT ANTICYTHERE
  • HUBLOT ANTICYTHERE

ETERNA ADVENTIC CAL. 3843

Il nuovo Eterna Adventic, è il primo a montare il nuovo calibro di manifattura Eterna 3843.
Propone la visualizzazione di data, ora e GMT ed è basato sul dispositivo Spherodrive.

La cassa da 44 mm. di diametro presenta finiture lucide e satinate, evidenziando un design semplice ed ordinato.
La disposizione di piccoli secondi al 10 e il quadrante del GMT sono inusuali.
Quest’ultimo, a ore 6, include inoltre la finestra della data.
Le sue funzioni sono regolabili con estrema facilità dalla corona in 2 posizioni.

Il design di questo elegante segnatempo si ispira ad un modello del 1948, che per primo montò una massa oscillante su cuscinetti a sfera.
Da allora divennero il logo della Eterna e che ritroviamo anche oggi sul’ Adventic.
Oggi però le piccole sfere si sono evolute grazie al sistema Spherodrive lanciato nel 2009.
Prevede infatti le sfere in ceramica, più precisamente in ossido di zirconio, montate su 3 anelli concentrici che ne facilitano l’effetto rotativo della massa oscillante.

Il Calibro Eterna 3843 incorpora le più recenti conquiste della tecnica, a partire dallo Spherodrive che ne assicura una riserva di carica di 72 ore.

L’orologio viene offerto in 3 versioni:
Acciaio con quadrante bianco o nero con i quadratini a contrasto e in oro rosa 4N con quadrante bianco in edizione limitata a 50 esemplari.

L’Eterna Adventic sarà disponibile in autunno ad un prezzo di partenza di 7990,00 Euro.

ETERNA ADVENTIC CAL. 3843

  • ETERNA ADVENTIC CAL. 3843
  • ETERNA ADVENTIC CAL. 3843
  • ETERNA CAL. 3843
  • ETERNA ADVENTIC CAL. 3843

TISSOT T-Clock 8 giorni di carica

Tissot ha introdotto a Basilea 2012 un interessantissimo orologio da tavolo: il Tissot T-Clock 8.
Si tratta di un orologio meccanico a carica manuale con 11 rubini, una riserva di carica di 8 giorni ed una frequenza di 18.000 a/h.
L’orologio ha il meccanismo a vista, ed è protetto da una campana di vetro minerale soffiato.
La struttura a forma di “T”, lascia tutto il meccanismo a vista, rivelando anche al più neofita il suo funzionamento.
Sarà disponibile da ottobre ad un prezzo che sarà intorno ai 2000 Euro.

  • TISSOT T-CLOCK
  • TISSOT T-CLOCK
  • TISSOT T-CLOCK

ROLEX YACHT-MASTER 2012

Nato nel 1992, il Rolex Oyster Perpetual Yacht-Master, è un orologio dedicato ai marinai.
Oggi si presenta al salone di Basilea con un lifting che l’ha reso più giovane e tecnologico.
Il nuovo Yacht-Master infatti ha una cassa in una nuova lega brevettata chiamata Rolesium e un nuovo quadrante spazzolato soleil blu.

I Materiali

La nuova lega Rolesium sviluppata da Rolex che veste il nuovo Yacht-Master con una cassa da 40 mm. è composta da acciaio 904L e platino.
La lunetta bidirezionale è dotata di 120 scatti ed è realizzata interamente il platino 950.
La finitura è sabbiata, tranne che per i numeri in rilievo che sono lucidati.
Gli indici sul quadrante sono realizzati in oro bianco 18 carati e riempiti con un materiale luminescente chiamato Chromalight, che emana un forte bagliore di colore blu.

Con una cassa di tipo Oyster ricavata dal pieno ed un fondello avvitato, lo Yacht-Master è in grado di immergersi fino a 100 metri di profondità.
La corona è avvitata anch’essa ed è dotata di un sistema di sicurezza triplock che ne garantisce la tenuta stagna.

La Meccanica

Al suo interno troviamo il classico calibro Rolex 3135 a carica automatica con certificato COSC, 31 rubini e 28.800 a/h.
Come in altri movimenti di ultima generazione in Casa Rolex, anche il nuovo Yacht-Master è dotato della nuova spirale Parachrom, in una speciale lega sviluppata da Rolex, che secondo la Società è altamente resistente agli urti, ai campi magnetici, e alle variazioni di temperatura, che assicura una migliore tenuta della cronometria nel tempo.

Ad assicurarlo al polso un bracciale Oyster in acciaio 904L con maglie lucide al centro e satinate all’esterno.
La chiusura è di tipo Oysterlock, un altro brevetto Rolex che scongiura aperture accidentali e un sistema di regolazione Easylink, che permette una regolazione fine di 5 mm. senza sforzo alcuno.

Secondo Rolex, il nuovo Yacht-Master sarà disponibile da autunno ad un prezzo ancora da determinare.

  • ROLEX YACHT-MASTER 2012
  • ROLEX YACHT-MASTER 2012
  • ROLEX YACHT-MASTER 2012

CORUM ADMIRAL’S CUP LEGEND 42 TOURBILLON

Dotato di una delle complicazioni più interessanti nel panorama orologiero, il nuovo Corum Admiral’s Cup Tourbillon Legenda Micro-Rotor, offre un eleganza ed una tecnicità che viene ereditata da oltre 50 anni di storia della Collezione.

Con questa nuova complicazione, Corum ha voluto alleggerire la collezione.
Ha introdutto infatti un modello elegante, ma contraddistinto dai caratteri che hanno reso celebre questo modello.
Tra questi troviamo una lunetta dodecagonale e le bandierine agli indici, che rendono omaggio ai suoi illustri predecessori dedicati alla famosa regata Admiral’s Cup.

Il Corum Admira’s Cup Tourbillon è disponibile in 3 versioni: oro rosso a 18 carati, con lunetta in oro rosso e cassa in acciaio e tutto in acciaio, con un diametro di 42 mm.

Sul quadrante le informazioni sono chiare e ben visibili, con un equilibrio impeccabile.
Gli indici dello stesso colore della cassa presentano sul rehault le 12 bandierine.
Al centro il quadrante è lavorato a “grain d’orge”, circondato da un altro motivo “azurée”.
Le sfere infine sono scheletrate, a favore di una leggerezza d’insieme che dona eleganza.
Il cinturino è in alligatore con fibbia in ardiglione del metallo della cassa.

La Meccanica

Al suo interno un calibro che dimostra ancor meglio le qualità di questo segnatempo.
Si tratta di un Calibro CO 029 alimentato da una carica automatica che batte ad una frequenza di 28.800 a/h, per una carica di 60 ore e 28 rubini.
Al 6 il tourbillon sorretto da un ponte scheletrato ha una dimensione di 12 mm..

Il fondello offre un ulteriore spettacolo agli occhi, grazie ad un oblò in zaffiro che mostra le finiture a cote de Genéve e il micromotore in oro da 17 mm. di dametro, dove vi è incisa la chiave, logo di Corum.

L’impermeabilità è di 30 metri.

La produzione sarà limitata a 15 esemplari all’anno in oro rosso, 30 in oro rosso e acciaio e 75 in acciaio.