Bulova Oceanographer “Devil Diver”


Finalmente il Bulova Oceanographer si andrà ad aggiungere alla serie Archivio della Casa.
Dopo un sondaggio in collaborazione con Analog/Shift, a vincere il “concorso” è stato l’Oceanographer Devil Diver, più conosciuto forse come Snorkel.
Il suo “avversario” era un cronografo Bullhead.
Si tratta di una riedizione del celebre Bulova Oceanographer subacqueo degli anni 70 della Casa Americana.
A dicembre l’annuncio della vittoria.

Cosa cambia rispetto all’originale Snorkel?
Intanto parliamo dell’estetica di questo nuovo Bulova Oceanographer.
Rimarrà praticamente immutata a differenza dei concorrenti che hanno la tendenza a ingrandire, ammodernare, svecchiare, ecc…
Il quadrante arancione rimane dotato del “mirino” al centro che da un tocco deliziosamente vintage.
Al 6 le informazioni sull’impermeabilità che segna 666 piedi. Da qui il nome Devil.

Le conclusioni

Al suo interno non si poteva fare altrimenti che adottare un movimento più moderno, ma comunque meccanico a carica automatica, optando per un Sellita SW220-1 AIG5.
2 saranno le versioni disponibili del Bulova Oceanographer “Devil Diver”: una con quadrante arancione in edizione limitata a 666 esemplari, di cui 30 marchiati sul fondello Analog/Shift.
Un’altra con quadrante nero e lunetta rossa e nera che non sarà limitata, ma distribuita normalmente presso i punti vendita.


MAURICE LACROIX AIKON SKELETON

Il Marchio Maurice Lacroix, perpetua la sua tradizione iniziata nel 1993 con un nuovo segnatempo dallo splendido quadrante scheletrato.
Infatti sono passati oltre 25 anni da quando uscì il primo Calypso Skeleton, e ancora oggi la Casa sostiene questa lavorazione che richiede grandi abilità artistiche.

Il nuovo Aikon Automatic Skeleton Acciaio, come novità, viene offerto con il nuovo calibro di manifattura ML234 scheletrato, che inaugura una nuova era per la Maison.

Basato sulla cassa Aikon già nota, questo movimento è stato concepito appositamente per questo orologio che incarna la filosofia Maurice Lacroix all’interno della Collezione Masterpiece.
Questa collezione che da sempre è caratterizzata da esemplari di grande qualità, si contraddistingue dai prezzi contenuti (rispetto alla concorrenza!).

L’Aikon Skeleton di Maurice Lacroix si presenta con un importante cassa da 45 mm. di diametro con soli 1,3 cm. di spessore.
Misure che donano comunque al segnatempo una proporzione piacevole e armoniosa nonostante le dimensioni.
La finitura alternata tra satinato e lucido, gioca con la luce conferendo un’impressione di solidità e qualità nella realizzazione.

Ad assicurarlo al polso, un cinturino in alligatore caratterizzato dal logo Maurice Lacroix come tradizione vuole.
Altro particolare interessante è lo sgancio rapido tramite ansa telescopica, una mossa facile alla portata di tutti.
Una nota estetica viene da due decorazioni che scendono dalla cassa e che coprono parzialmente l’aggancio.
La chiusura è a doppio libretto.

Il movimento:

Derivato dal calibro di manifattura Maurice Lacroix  ML134, il nuovo ML234 si distingue naturalmente dalla scheletratura.
Si tratta di un movimento automatico scheletrato, composto da cinque ponti a cerchi concentrici che partono all’una con il bariletto, e si allargano verso l’esterno.
I ponti sono trattati con DLC nero con finitura sabbiata con perimetri lucidati a rilievo.
Sul retro le prodezze meccaniche continuano con una massa oscillante in metallo totalmente scheletrato e riportante il Logo della Casa.
Il bilanciere oscilla a 18.000 a/h e vanta una riserva di carica di 52 ore.

I rubini sono 34.

A copertura del quadrante e del fondello, 2 vetri zaffiro con rivestimento antiriflesso.

L’ipermeabilità è di 10 ATM (100 metri).