MAURICE LACROIX MASTERPIECE GRAVITY


Un’anteprima su Baselworld 2014 è questo splendido Maurice Lacorix Masterpiece Gravity, che ha come protagonista, il bilanciere esposto sul quadrante.

La nuova star di Casa, si presenta con una cassa da 43 mm. di diametro.
Ospita un calibro a carica automatica ML230 con 50 ore di riserva di carica e 35 rubini.
A caratterizzarlo è un’oscillazione a 18.000 a/h, in controtendenza alle ultime mode della super velocità.
Creato in collaborazione con “Haute Ecole di Le Locle”, il nuovo calibro di Casa (il tredicesimo), offre caratteristiche interessanti come lo scappamento in silicio che comprende anche la ruota di scappamento ed il pignone.
Il tutto è auto lubrificato e gode di un peso inferiore all’acciaio, guadagnando in prestazioni, consumando meno energia, più precisione e meno manutenzione.
Il tutto meravigliosamente esposto sul lato quadrante del Masterpiece.

Il Design

Il quadrante decentrato e i secondi separati, lasciano spazio al grande bilanciere e allo scappamento a vista sul quadrante.
Le sfere sono in acciaio o azzurrate, così come il bilanciere in acciaio o dorato, a seconda della versione.
A copertura del quadrante, un vetro zaffiro anti riflesso bombato.

Il Maurice Lacroix Masterpiece Gavity è disponibile in due versioni:
Ref. MP6118 – SS001 – 110 con cassa in acciaio
Ref. MP6118 – PVB01 – 130 con cassa con finitura PVD

L’impermeabilità è di 50 metri.

Il prezzo non è ancora noto.

  • MAURICE LACROIX MASTERPIECE GRAVITY
  • MAURICE LACROIX MASTERPIECE GRAVITY
  • MAURICE LACROIX MASTERPIECE GRAVITY
  • MAURICE LACROIX MASTERPIECE GRAVITY

PIAGET ALTIPLANO 900P

Piaget batte un altro record mondiale, presentando al SIHH di Ginevra, svoltosi lo scorso gennaio, il nuovo Altiplano 900P.
L’orologio è stato esposto in tre versioni:
la prima in oro rosa (ref. G0A39110)
la seconda in oro bianco con lunetta incastonata con brillanti (ref. G0A39112)
la terza in una versione “haute Jewellery” (ref. G0A39120), con lunetta, quadrante e cassa tempestati di diamanti.

Ad unire i tre orologi, è il calibro 900P appunto, che si contraddistingue, oltre che allo spessore incredibilmente sottile, dal fatto che per raggiungere tale risultato, gli ingegneri abbiano integrato il movimento alla cassa, e portando il quadrante a libello di bilanciere e bariletto, così da raggiungere lo straordinario risultato di soli 3,65 mm. compresi fondello e vetro zaffiro!

Ma non solo.
Nel modello haute Jewellery, oltre ai vincoli legati alla meccanica, anche l’incastonatura delle pietre diventa particolarmente difficile.
La ricerca dello spazio e le tolleranze ristrette, hanno sfidato anche il reparto gioielleria, che vince la battaglia segnando un altro record, realizzando l’orologio d’alta orologeria più sottile al mondo con soli 5,65 mm. di spessore, totalizzando 4,71 carati di pietre incastonate in una cassa di 38 mm. di diametro.
La cassa è composta da 38 diamanti taglio baguette per 1,36 carati e ben 267 diamanti a taglio brillante per 1,86 carati.
Sul quadrante 33 diamanti taglio baguette (1,41 carati) e non è stata risparmiata nemmeno la fibbia deplorante con 23 diamanti taglio brillante per 0,05 carati.

  • PIAGET ALTIPLANO 900P
  • PIAGET ALTIPLANO 900P
  • PIAGET ALTIPLANO 900P
  • PIAGET ALTIPLANO 900P
  • il PIAGET 900P
  • PIAGET ALTIPLANO 900P

HAMILTON KHAKI X-WIND LE

Il mondo dell’aviazione, non è certo una novità per Hamilton.
Infatti l’orologio che veniva usato durante il primo volo nella tratta postale tra Washington e New York, era proprio un Hamilton.

Il nuovo Hamilton Khaki X-Wing, incorpora le principali caratteristiche utili al volo, offrendo le funzioni di cronografo abbinata ad un regolo calcolatore.
Certo non è una complicazione utile nel quotidiano, ma si tratta comunque di una funzione che colpirà gli appassionati.
Nel quadrante un’alta concentrazione di numeri utili ai calcoli.

Il Khaki fa parte di una delle più grandi famiglie dedicate al volo.
L’aspetto del X-Wing appare subito ricco di particolari.
Questo grazie anche al quadrante multilivello e l’alternarsi di finiture lucide e satinate.

In volo

Il regolo calcolatore, si compone di 2 dischi sovrapposti interni al quadrante e comandati da 2 corone esterne.
La corona al 4, la lunetta superiore ruota per registrare la direzione del vento.
La corona al 2 invece serve a ruotare la ghiera sottostante, così da poter inserire variabili, tra le quali la velocità del velivolo.

Le funzioni cronografiche invece sono affidare al movimento meccanico a carica automatica Hamilton H-21, su base Eta-Valjoux 7750.
A distinguerlo il l’H21 dal modello base sono una spirale migliorata ed una riserva di carica aumentata da 42 ore a ben 60.
Ponti e platine inoltre sono stati decorati con tante piccole iniziali, mentre una grande firma si estende sulla massa oscillante.

E’ possibile scegliere tra 2 tipi di quadrante: uno nero con finitura grigia e l’altro tutto argentato con finitura soleil.
Le due configuraizoni configurazioni comprendono sia il cinturino in caucciù che il bracciale in acciaio.
La cassa è in acciaio da 45 mm. con finiture in gomma su lunetta e pulsanti.

L’Hamilton Khaki x-Wind è un edizione limitata a 1999 esemplari per tipologia di quadrante e disponibili ad un prezzo di 2000 Euro circa.

  • HAMILTON KHAKI X-WIND LE
  • HAMILTON KHAKI X-WIND LE
  • HAMILTON KHAKI X-WIND LE
  • HAMILTON KHAKI X-WIND LE