ADDIO A RAYMOND WEIL


Addio a Raymond Weil, fondatore dell’omonimo marchio di orologi di lusso, è morto all’età di 87 anni a Ginevra lo scorso 27 gennaio.

Pioniere nel settore, ha lanciato il marchio nel 1976, nel pieno della crisi giapponese, quando il pubblico guardava orologi ben più economici.
In quel momento l’industria orologiera elvetica, necessitava di un rilancio.
Weil ha saputo creare uno stile di connessioni personali e amichevoli, che ancora oggi fanno la fortuna del Marchio.

Oggi la Maison è capitanata ancora dalla famiglia, quali il figlio Olivier Bernheim ed i nipoti Elie e Pierre.
Questi sono rispettivamente Presidente e amministratore delegato e funzionari.

Raymond Weil si era ritirato dall’incarico a settembre scorso, rimanendo Presidente onorario.
Ha coperto diverse mansioni anche all’esterno come Presidente dell’Unione Orologiai di Ginevra, Vicepresidente del CHF (Watchmaking Industry Training Centre) e membro della Federazione Orologiera (FH), nonché Presidente del Comitato Espositori della Fiera internazionale dell’orologeria di Basilea fino al 1995.

Dalla Maison, giunge la voce che “era un uomo straordinario, gentile e affabile, ma sopratutto sincero e generoso”….

Amante dell’aviazione, della pittura, della musica lirica e classica.

“Raymond Weil era un self-made-man, il mio mentore. Ho imparato tanto da lui” ha detto Olivier Bernheim.
“La sua eredità e il suo entusiasmo, vivranno attraverso la nostra famiglia, il suo marchio, la sua squadra, in tutto il mondo e in tutti coloro che indossano un suo orologio”.

Oggi Raymond Weil conta circa 200 dipendenti e quattro filiali al di fuori della Svizzera.
I suoi orologi hanno prezzi che vanno dai 650 Euro, fino a 3500 e sono venduti attraverso 3500 punti vendita in 95 Paesi.

Raymond Weil

Raymond Weil


JAEGER LE-COULTRE HYBRIS MECHANICA 11

Uno degli orologi più attesi del prossimo salone del SIHH 2014 che si svolgerà a Ginevra il prossimo 20 gennaio, è senz’altro l’ultimo Capolavoro di Jaeger-LeCoultre.
Questa prodezza infatto sembra abbia le carte in regola per far parlare di sè.
Il Jaeger Le-Coultre Hybris Mechanica 11 infatti, vanta un movimento con ripetizione minuti e tourbillon.
Quest’ultimo è nello specifico un Tourbillon volante, ovvero privo del ponte superiore.
Questo ha fatto si che lo spessore si riduca sensibilmente.
Il movimento tuttavia, misura soltanto 7,9 mm. di spessore!

Il movimento gode di ben otto brevetti.

Lo Jaeger Le-Coultre Hybris Mechanica 11 verrà prodotto in soli 75 esemplari in oro bianco.

Attendiamo l’apertura per vedere meglio e sapere di più su questo orologio…

JAEGER LE-COULTRE HYBRIS MECHANICA 11

Jaeger-LeCoultre Hybris Mechanica 11

IWC AQUATIMER SIHH 2014

Come da tradizione IWC, al Salone Internazionale dell’Alta Orologieria (SIHH), verrà presentata un’intera collezione rinnovata.
Dopo la rivisitazione della linea Pilot del 2012 e l’Ingegneur del 2013, il 2014 vedrà rinnovarsi la linea Aquatimer.

In produzione dal 1967, la linea Aquatimer è diventata nel tempo un punto di riferimento per chi necessita di uno strumento professionale in ambito acquatico.
La novità più rilevante interessa la lunetta, che fino ad oggi trovava postgo all’interno del quadrante e comandata da una corona esterna.
I nuovi modelli invece tornano alla lunetta esterna, ma mantenendo le grafiche all’interno.
Si perde così la seconda corona, a favore, a detta della Casa, di una magione maneggevolezza e affidabilità.

Tre nuovi modelli

Il primo è l’Aquatimer Automatic 2000 (Ref. IW358002) con cassa in titanio da 46 mm. ed un’impermeabilità assicurata fino a 2000 metri (200 ATM), ispirato ad un modello del 1982.
Al suo interno un movimento di manifattura IWC Cal. 80110 con sistema di ricarica Pellaton.
La lettura delle indicazioni è assicurata da Superluminova verde per le indicazioni orarie e di colore blu per quelle dedicate alle immersioni.

Il secondo modello è l’Aquatimer Chronograph Edition “Galapagos Island” ref. IW379502, un cronografo con cassa in acciaio da 43 mm. rivestita con un complesso procedimento di vulcanizzazione che lascia uno strato di gomma nero opaco.
Al suo interno un movimento di manifattura IWC Cal. 89.365.

Il terzo modello, l’Aquatimer Chronograph Edition “Expedition Charles Darwin” ref. IW379503, è un cronografo che riprende le stesse caratteristiche del Galapagos, ma con un inedita cassa in bronzo da 43 mm. segnando un’anteprima in Casa.

Tutti i modelli sono dotati di un nuovo sistema di sgancio rapido del bracciale, che è stato sviluppato con la licenza di brevetto di Cartier.

Durante il Salone di Ginevra, verranno presentati inoltre l’Aquatimer Digital Perpetual Calendar,Date-Mounth con ref. IW379401, l’Aquatimer Deep Three con ref. IW355701 con profondimetro meccanico ed un modello “entry level” in acciaio da 42 mm. con possibilità di scelta tra un quadrante argento ed uno nero.

  • AQUATIMER 2014
  • AQUATIMER 2014
  • AQUATIMER 2014
  • AQUATIMER 2014
  • AQUATIMER 2014
  • AQUATIMER 2014
  • AQUATIMER 2014
  • AQUATIMER 2014
  • AQUATIMER 2014

BRUCIA L’ETA SWATCH

Bienne – Grenchen (Svizzera).
Nella domenica del 29 dicembre 2013, alle ore 8:45 circa, scoppia un incendio nel reparto galvanizzazione dell’edificio principale della Eta Manufacture.
Per fortuna nessuno del personale è rimasto ferito, ma i danni alle strutture e al laboratorio sono ingenti.
Al momento dell’incidente non c’era nessuno all’interno, e grazie al rapido intervento dei sistemi di sicurezza interni ad ai pompieri di Grenchen, l’incendio non ha intaccato i laboratori adiacenti.
Il fuoco è stato domato intorno alle 9:30.
Le ragioni dell’incidente non sono ancora note.
I danni sono notevoli, anche se ancora non è stato quantificato l’ammontare.
Si ipotizza che il disastro, si aggiri introno ai 4/6 milioni di Euro.
Nella giornata del 30, le quotazioni della Eta hanno perso il 2% in borsa.
Nick Hayek ha dichiarato che l’incendio ha colpito il cuore della produzione, devastando i locali per l’assemblaggio.

Al suo interno, la produzione, oltre a fabbricare movimenti per i famosi orologi di plastica da cui prendono il nome, fornisce anche marchi di proprietà come Omega, Tissot, Longines, Rado, ecc… nonché marchi di lusso esterni in tutta la Svizzera e in tutto il mondo.

La ricostruzione dei laboratori, richiede una tempistica stimata di 6/8 mesi.

ZENITH EL PRIMERO 410 SILVER

Nato nel 1969, dopo ben sette anni di sviluppo, il calibro Zenith El Primero, diventa il primo calibro automatico cronografico.
Con una frequenza di 36 mila alternanze/ora, gode inoltre di prestazioni eccezionali.

Quest’anno Zenith ha presentato il suo El Primero con triplo calendario e fasi Lunari, da prima identificato con il nome El Primero 3019 PHF e poi rinominato semplicemente 410.

Nel corso degli anni Zenith ha utilizzato questo calibro in diverse referenze, fino al 2013, quando debuttò in un edizione limitata a 500 esemplari con un quadrante ardesia, una riedizione del primo modello del 1969.
Ed ogni volta, nonostante la longevità del progetto, il calibro El Primero 410 è sempre un successo.
Amato da appassionati e collezionisti, non conosce crisi, anzi, il successo è sempre crescente.

La nuova veste

Quest’anno è possibile avere l’El Primero, con un inedito quadrante argentato.
Naturalmente le indicazioni, riprendono il layout originale, con i giorni e i mesi rispettivamente in due piccole finestre al 10 e al 2.
Come tradizione vuole, il datario è tra il 3 e il 4.
Le indicazioni cronografiche sono distribuite su tre contatori:
a ore 9 i secondi continui, a ore 3 i minuti crono e al 6 le ore crono insieme alle fasi Lunari, comandate da una ruota a 59 denti corrispondenti a due cicli Lunari (ovvero due cicli da 29,5 giorni).

La cassa (a nostro parere un po’ sovradimensionata) misura 42 mm. e alterna finiture lucide e spazzolate.

A proteggere quadrante e movimento, due vetri zaffiro.
Dal lato fondello si può scorgere così il calibro El Primero 410 con i suoi 390 componenti, con in primo piano la massa oscillante personalizzata e rifinita a côtes de Genève.
La riserva di carica è di 50 ore, mentre l’impermeabilità è assicurata fino a 100 metri (10 ATM).

Per la referenza 03.2091.410/01.C494, sono necessari 9500 CHF-.

  • ZENITH EL PRIMERO 410 SILVER
  • ZENITH EL PRIMERO 410 SILVER
  • ZENITH EL PRIMERO 410 SILVER
  • ZENITH EL PRIMERO 410 SILVER
  • ZENITH EL PRIMERO 410 SILVER
  • ZENITH EL PRIMERO 410 SILVER