BULGARI OCTO


Bulgari ha presentato il nuovo modello Octo a Roma, davanti ad una schiera di giornalisti.
Per Bulgari è un passo importante, che rappresenta il nuovo corso che si baserà su questa collezione.
Una direzione presa dopo l’acquisizione da parte del gruppo LVMH, il più grande gruppo del lusso al mondo.

La nuova collezione Octo è più sottile dei precedenti modelli, con una cassa che misura 41,5 mm. di diametro per 10,55 di spessore.
Tra cassa e lunetta, si possono contare un totale di ben 110 sfaccettature, tutte rifinite a mano con un alternanza di superfici lucide e satinate.
Il quadrante è molto sobrio rifinito con una superficie laccata nera ed indici in oro rosa o al rodio.

Il nuovo Octo è alimentato da un calibro BVL 193 a carica automatica che batte a 28.800 a/h (4 Hz), è dotato di 28 rubini e vanta una riserva di carica di 50 ore.
Il movimento è rifinito con ponti a cote de Genève, anglage e perlate sulla platina, ruote satinate e perni lucidati.

Il cinturino è in pelle di alligatore con chiusura pieghevole in oro rosa o acciaio.
L’impermeabilità è di 100 metri.

I prezzi vanno dai 7.700 euro per la versione in acciaio, ai 23.000 della versione in oro rosa.

  • BULGARI OCTO
  • BULGARI OCTO
  • BULGARI OCTO
  • Calibro Bulgari BVL 193

DE WITT TWENTY-8-EIGHT TOURBILLON SQUELETTE

Il De Witt Twenty-8-Eight Tourbillon è ora disponibile anche in versione scheletrata.
Il Calibro DW8028, è il primo calibro interamente costruito dal Marchio ed incorpora le stesse caratteristiche del calibro non scheletrato, come le 18.000 a/h, un bilanciere ad inerzia variabile e una riserva di carica di 72 ore.
I rubini sono 19 per 185 componenti.

Prodotto interment in-house, questo calibro a carica manuale è dotato di uno scappamento ad ancora svizzero e spirale con curva Phillips Straumann, prodotto in una lega indistruttibile, autocompensante in acciaio anti magnetico con doti cronometriche ottime.
Il bilanciere, lo scappamento e l’ancora sono in oro 18 carati.

La platina traforata, è sabbiata e ricoperta in oro nero, mostra un labirinto di curve e cerchi dove il bariletto posizionato ad ore 12, lascia alla vista la molla.

Il movimento viene ospitato in una cassa in oro giallo (o bianco nella versione fine Jewelry) di 43 mm. di diametro con uno spessore di 10, 78 mm.

All’interno, ad incorniciare il movimento, un rehault lucido con ai 4 indici il logo De Witt. Nella versione Fine Jewelry, vi trovano posto 8 diamanti taglio brillante che evidenziano gli indici.

Il vetro a protezione del quadrante è di tipo zaffiro.
L’impermeabilità è di 3 ATM.

  • DE WITT TWENTY-8-EIGHT TOURBILLON SQUELETTE
  • DE WITT TWENTY-8-EIGHT TOURBILLON SQUELETTE
  • DE WITT TWENTY-8-EIGHT TOURBILLON SQUELETTE
  • DE WITT TWENTY-8-EIGHT TOURBILLON SQUELETTE

LAURENT FERRIER GALET CLASSIC DOPPIA SPIRALE

All’inizio di quest’anno, è stato presentato il Laurent Ferrier Galet Classic doppia spirale in oro rosa.
Da oggi è disponibile anche in oro bianco.

Laurent Ferrier, viene da un esperienza di 37 anni presso Maison come Patek Philippe, quando ha deciso di mettersi in proprio e aprire una Maison tutta sua, vincendo il premio di orologiaio del’ anno 2010.

Come la sua versione precedente, quella in oro bianco ha una cassa da 41 mm. di diametro e dotato di un quadrante color ardesia grigia in oro bianco, con una finitura satinata verticale e trattato con bagno galvanico per ottenere il colore voluto.
Le sfere di ore e minuti sono anch’esse in oro bianco, come i numeri romani agl’ indici.

La meccanica

Al suo interno un calibro FNB916.01 a carica manuale composto da 182 elementi di cui 23 rubini.
Dotato di un tourbillon ad un minuto, la frequenza di oscillazione è di 21.600 a/h con ben 80 ore di riserva di carica ed una certificazione di cronometro.
Il bilanciere è dotato di una doppia spirale contrapposta che compensa ulteriormente gli scarti come su un tourbillon a doppio asse.
Le funzioni sono di ore, minuti e secondi.
Ad assicurarlo al polso un cinturino in coccodrillo marrone foderato in pelle Alcantara ed una fibbia a doppia apertura pieghevole.
L’impermeabilità è di 3 ATM.

  • LAURENT FERRIER GALET CLASSIC DOPPIA SPIRALE
  • LAURENT FERRIER GALET CLASSIC DOPPIA SPIRALE
  • LAURENT FERRIER GALET CLASSIC DOPPIA SPIRALE

PERRELET TURBINE DIVER

Per esplorare i fondali marini, Perrelet ridisegna le pale della sua celebre turbina.
Per affiancare il design a quello di un propulsore da sottomarino, ha arrotondato le pale che fluttuano sopra al quadrante rivestito di Superluminova.

All’interno del quadrante una ghiera girevole è comandata da una corona ad ore 10.
Dotata di un sistema di bloccaggio, indica i tempi d’ immersione, con i primi 20 minuti messi in evidenza.

Anche i numeri arabi e le sfere sono ricoperte in Superluminova, sapientemente bordate di nero.
Questo accorgimento aiuta a mantenere una leggibilità ottimale anche in condizioni di buio, a contrasto con il quadrante sotto la turbina.

La personalità del Perrelet Turbine Diver, è sottolineata da una cassa da 47,5 mm. di diametro, 14,82 di spessore e da un impermeabilità di 300 metri.

La carrure scanalata, è caratterizzata da 4 “artigli” che stringono la lunetta.
La corona di carica è ad ore 4, così da equilibrare esteticamente la corona ad ore 10 per la ghiera interna.
Il fondello è dotato di vetro zaffiro, dal quale si può ammirare il movimento automatico P-331.
Questo è sviluppato sulla base del movimento di manifattura Alternance 10 e decorato a cote de Genève.

Al momento del lancio, il nuovo Perrelet Turbine Diver, sarà disponibile in 4 versioni: acciaio, acciaio/PVD, e 2 colori di quadrante.

  • PERRELET TURBINE DIVER
  • PERRELET TURBINE DIVER
  • PERRELET TURBINE DIVER
  • PERRELET TURBINE DIVER

H. MOSER & CIE. MERIDIAN DUAL TIME

Il nuovo Meridian di H. Moser & Cie, combina complicazioni ben note e comuni, con un sistema innovativo.
Questo sistema Dual Time, permette ad un semplice orologio indicante le 12 ore, di passare ad un indicazione sulle 24 ore attraverso un display nella parte superiore del quadrante.
Questo, quando arriva mezzogiorno, cambia in una frazione di secondo, per indicare le ore notturne della giornata.
All’interno del quadrante si trova una piccola lancetta rossa, che normalmente viaggia nascosta dietro quella delle ore.
In caso ci necessitasse di sapere l’ora di un altro luogo, basterò estrarre la corona e posizionare la lancetta secondaria sull’ora desiderata.
Questo esclusivo sistema, permette di conoscere l’ora di un altro luogo senza interferire minimamente sulla marcia dell’orologio.
La seconda sfera inoltre, può essere regolata indifferentemente avanti o indietro.
Il grande display del Dual Time, indica se si tratta di ore diurne o notturne, così da tenere sempre sotto controllo la situazione dall’altra parte del mondo.

Con una riserva di carica di 72 ore, ovvero 3 giorni pieni, il suo movimento a carica automatica, si presenta con un rotore di carica in oro massiccio.
La precisione di questo orologio è assicurata dal sistema di scappamento intercambiabile.
A questo è abbinata una spirale Straumann prodotta in Casa con spirale Breguet e ruota di scappamento e ancora in oro massiccio temperato.

CARTIER ID TWO CONCEPT

Cartier ha appena presentato il nuovo Two Concept, che vanta numerose innovazioni sia dal punto di vista meccanico-cronometrico, che di tecnologia.
Da quando Cartier ha deciso di diventare una manifattura a tutti gli effetti, ci ha impressionato realizzando ben 19 nuovi calibri, tra cui uno splendido ripetizione a minuti presentato al SIHH 2012, diventando una delle manifatture più attive al mondo.
In cima a questa innovazione, troviamo il reparto ID (idee e sviluppo).

Questa scalata è cominciata nel 2009 con il Cartier ID One, il primo orologio al mondo privo di qualsiasi lubrificazione, andando contro a quanto dichiarato da Breguet: “datemi lubrificante perfetto e vi darò l’orologio perfetto“.

La Meccanica

Il risultato è un orologio dotato di due bariletti doppi in serie con molle in fibra di vetro, vanta una riserva di carica di ben 32 giorni.
Inoltre troviamo uno scappamento con bilanciere in carbon-cristallo che non necessita di lubrificazione.
La cassa è in una particolare monoblocco in ceramica bianca trasparente ottenuta dal sottovuoto e senza viti.
Il risultato è un orologio ad energia efficiente, andando contro anche alla tradizionale orologeria meccanica, che vede uno spreco del 75% della loro energia immagazzinata.
Infatti come nel caso del Lange 31, Cartier non ha usato molle incredibilmente lunghe, ma ha massimizzato l’efficenza di queste, guadagnando ben il 30% di energia in più con consumi pari alla metà, garantendo 32 giorni di carica in una cassa da 42 mm.
Infatti le molle di carica in vetroresina, godono di una superficie, che al contrario del metallo, provoca meno attrito.
Inoltre sono rivestite di un polimero privo di pori che garantisce una lubrificazione costante.
Anche il bariletto è rivestito in ADLC, così da non provocare attriti.

Energia

Il trasferimento dell’energia al treno degl ingranaggi, è stato riprogettato con un architettura “planetaria”, guadagnado la possibilità di disegnare i denti degli ingranaggi più piccoli ed efficienti.
Inoltre i ruotismi non sono più metallici, ma in fibra di carbonio rivestito in silicio, che è antimagnetico, anti corrosivo e incredibilmente liscio, il 60% più duro dell’acciaio e il 70% più leggero.
Da tutto questo ci si aspetta 1/5 dell’attrito di un orologio tradizionale.

Lo Scappamento

Anche lo scappamento gode di tecnologie che ne ottimizzano il lavoro.
Questo infatti è costruito in cristallo carbonio e realizzato con la tecnologia DRIE che rientra nel micron di tolleranza, così da avere un adattamento tra i pezzi perfetto.
Uno dei problemi che affliggono la precisione del bilanciere, è dato dall’attrito con l’aria.
Lo spreco di energia in questo caso è addirittura dell’80%.
Cartier ha risolto il problema, mettendo la cassa sotto vuoto, eliminando così l’aria e l’attrito con essa, portando un guadagno del 37%.

In conclusione

30% di energia immagazzinata in più.
37% di consumi in meno
500 volte in meno di particelle d’aria all’interno della cassa
Tolleranze di un micron per molti componenti
5 anni di sviluppo che hanno coinvolto 135 ingegneri
6 domande di brevetto
32 giorni di riserva di carica in 42 mm.
Consuma la metà di un tradizionale orologio.

Questo è il futuro dell’orologeria?
Beh, Cartier ha sicuramente steso delle basi per quelle che potranno essere soluzioni future, anticipando tecnologie che permetteranno prestazioni superiori, dando materiale da studiare a lungo a tutta l’industria orologiera.

  • CARTIER ID TWO CONCEPT
  • CARTIER ID TWO CONCEPT
  • CARTIER ID TWO CONCEPT
  • CARTIER ID TWO CONCEPT
  • CARTIER ID TWO CONCEPT
  • CARTIER ID TWO CONCEPT

TAG HEUER MIKROTOURBILLONS

Tag Heuer si presenta con la massima espressione di alta orologeria, affrontanti il difficile discorso dei tourbillon.
E non lo fa con un semplice tourbillon, o accostando questa sublime complicazione ad un cronografo, cosa per altro già vista in casa Breguet, Zenith o Audemars Piguet, ma ha voluto proporre un tourbillon con uno scopo razionale, sopratutto alla luce della loro recente corsa alla produzione di cronografi sempre più precisi.

Con un prezzo previsto di circa 250 mila Euro, Tag Heuer vuole dimostrare alla Swatch Group che sopravviveranno alla sempre più limitata possibilità di usufruire dei loro movimenti, oltre che dimostrare la loro capacità nel produrre in Casa le loro complicazioni. (c’è da chiedersi perché non fanno un movimento solotempo… n.d.r.)

Guy Semon, vice presidente di scienze e ingegneria, ha spiegato un altro motivo fondamentale che ha spinto alla creazione del MikrotourbillonS.
Tag Heuer sta lavorando a stretto contatto con il COSC per affinare una certificazione dedicata ai cronografi.
Secondo Semon, la certificazione di cronometro non tiene conto della funzione cronografica, limitandosi alla sola base-tempo.
Questo migliorerà le possibilità di successo di Tag Heuer facendo emergere le qualità di cronografi integrati il luogo dei movimenti base+modulo cronografico.
Semon dichiara che il MikrotourbillonS spianerà la strada a questa nuova doppia certificazione.

La Meccanica

Il MikrotourbillonS è composto da due movimenti distinti:
la base-tempo è dotata di un tradizionale tourbillon con un frequenza di 28.800 a/h e dotato di una gabbia che compie il tradizionale giro in un minuto.
Il secondo tourbillon, dedicato completamente alla parte cronografica, ha una frequenza di ben 360.000 a/h.
Compie 12 rotazioni in un minuto, diventando così il tourbillon più veloce del mondo con i suoi 50 Hz.
Inoltre questo tourbillon è privo di gabbia e può essere attivato e arrestato grazie ad un’architettura a “doppia catena”.

Una delle sfide che stanno affrontando gli ingegneri, è che il cronografo impedisca alla base tempo di influire sulla precisione di questo, integrando il sistema di smistamento nel movimento.

Un vantaggio immediato è stata l’eliminazione della frizione che separal’orologio dal cronografo, eliminando i rischi di un interazione negativa, riducendo anche una perdita di energia.
Questo sistema che accomuna tutti i Mikro, ha ricevuto una certificazione ISO 3159, mentre il Mikrotimer e il Mikrograph hanno la certificazione COSC che comprende la parte cronografica, un risultato che nessun orologio convenzionale dotato di cronografo a bassa frequenza, ha la possibilità di ricevere.

Specifiche

Il MikrotourbillonS, con il suo movimento automatico, conta 439 componenti in 35,8 mm. di diametro per 9,7 mm. di spessore.
Dotato di 75 rubini, ha un doppio bariletto e due tourbillon, che forniscono una riserva di carica di 45 ore per l’orologio e 60 ore per la base-tempo.
La cassa misura 45 mm. di diametro e assicura un impermeabilità di 100 metri, anche se dubito che qualcuno abbia voglia di testarli!

Una metà del quadrante è stata asportata per lasciare alla vista i due tourbillon, lasciando ampia superficie per le informazioni riguardanti ore e minuti, una sfera centrale per i secondi corno ad 1/100 di secondo, i minuti corno al 3 ed i secondi corno ad 1/10 di secondo al 6.
La riserva di carica si trova al 12.

  • TAG HEUER MIKROTOURBILLONS
  • TAG HEUER MIKROTOURBILLONS
  • TAG HEUER MIKROTOURBILLONS
  • TAG HEUER MIKROTOURBILLONS

LONGINES CONQUEST 24 ORE

Il Marchio di S. Imier, ha appena introdotto sul mercato il nuovo orologio con la seconda indicazione delle 24 ore: il Longines Conquest 24 Ore.

A contraddistinguere il Conquest 24 ore, è una seconda sfera centrale di colore rosso che compie un giro di quadrante in 24 ore invece che 12.
Il vantaggio è di indicare a chi viaggia, di sapere a colpo d’occhio che ora è del giorno o della notte, durante l’attraversamento di diversi fusi orari.

Presentato in una cassa di acciaio da 41 mm. ha un fondello a vite e un vetro zaffiro piatto a protezione del quadrante con trattamento anti riflettente.
La scelta dei del quadrante è di tre colori: nero, argento e blu, tutti con indici applicati e numeri arabi.
L’impermeabilità è di 50 metri.
Il prezzo del Longines Conquest 24 ore è di circa 1300 Euro.

  • LONGINES CONQUEST 24 ORE
  • LONGINES CONQUEST 24 ORE
  • LONGINES CONQUEST 24 ORE

ROMAIN JEROME LIBERTY DNA

Romein Jerome ha deciso di festeggiare il 125° anniversario della Statua della Libertà, con un nuovo modello, realizzato in collaborazione con la Ellis Island Foundation e la Gold Leaf Corporation.

L’estetica di questo nuovo orologio rimane fedele al design della celeberrima Statua, riprendendone il carattere, con lo stesso spirito che racconta dello sforzo che ha garantito la libertà e che continua a illuminare le generazioni future.

La particolarità di questo orologio sono la lunetta in bronzo che col tempo assicurano che prenderà una pativa ossidata del tutto simile a quella della Statua.
Inoltre il design a 12 punte, riprende la corona di “Miss Liberty”.
Il quadrante color ossido presenta delle parti di DNA tratte direttamente dalla Statua (non meglio specificato).

Referenza RJ.T.AU-LI.001.01
Edizione limitata a 125 esemplari

Specifiche

Movimento meccanico a carica automatica Cal. RJ001-A
28.800 a/h (4Hz)
23 rubini
Riserva di carica di 42 ore
Funzione di ore e minuti
Cassa in acciaio nero PVD
Lunetta in bronzo che con il tempo assumerà una patina simile a quella della Statua della Libertà.
Diametro 46 mm.
Fondello decorato con la fiaccola e la bandiera Americana.
Quadrante verde-ossido contenente parti di DNA della Statua.
Vetro zaffiro con doppio trattamento anti riflesso.
Impermeabilità 3 ATM.
Cinturino in pelle di coccodrillo stile vintage.

Prezzo: 13.500 CHF

ROMAIN JEROME LIBERTY DNA

Romain Jerome Liberty DNA

ZODIAC OCEANAIRE SMOKESCREEN DIVER

La Zodiac Watch Company presenta il nuovo modello denominato Zodiac Oceanaire ZO8009.
Pensato per i subacquei, quindi con lunetta girevole unidirezionale, ha una resistenza all’acqua di 200 metri.

Questo orologio si presenta con una cassa in acciaio con rivestimento IP grigio.
Da qui il nome di Smokescreen.
La cassa ha inoltre un diametro di 45 mm. per 24 di spessore ed una corona a vite protetta ad ore 4 ed una lunetta grigio argento.

Anche il datario è ad ore 4, in linea con la corona.
Le sfere sono ricoperte da una sostanza luminescente grigia.

Al suo interno un movimento meccanico a carica automatica di derivazione Claro 888, prodotto da Claro Semag, una versione cinese del Seagull ST16, con un bilanciere-molla sostituito ed elaborato in Svizzera.

Il prezzo è di circa 550 Euro.

ZODIAC OCEANAIRE SMOKESCREEN DIVER

Zodiac Oceanaire ZO8009