RICHARD MILLE LE MANS CLASSIC 2012


La prossima edizione della Le Mans Classic, è prevista per il 6 e 7 luglio 2012.
Richard Mille si presenterà nella sua veste di partner principale e cronometrista ufficiale della corsa, come di consueto ormai fin dal 2002.

Per celebre l’evento, il Marchio presenta oggi due edizioni limitate: l’ RM 008 LMC e il RM 011 LMC.
Entrtambi gli orologi sono stati progettati ispirandosi alla tecnica con cui sono concepite le auto da corsa, con un telaio, una carrozzeria ed un motore.

Per questa sesta edizione, Richard Mille ha scelto l’ RM 008 LMC, un cronografo con tourbillon, dotato di indicatore di coppia.
I colori blu e giallo, richiamano i colori classici delle bande rumorose all’interno delle curve del circuito, come da richiamo si può trovare il logo della Le Mans Classic al 12 sul quadrante.
La cassa è in titanio grado 5 micropallinata e trattata DLC nero come la lunetta.
I due orologi sono in edizione limitata.

RM 008 LMC

Movimento meccanico a carica manuale con tourbillon
Funzione di ore, minuti e secondi
Doppia indicazione di coppia e riserva di carica
Riserva di marcia di 70 ore
Dimensioni: 48×39,7×14,95 mm.
Edizione limitata di due esemplari

Il secondo orologio, l’ RM 011 LMC, è un cronografo con funzione flyback e calendario annuale e contatore delle 24 ore al 6, una raffinatezza tecnica in omaggio alla 24 ore di Le Mans.
Anche in questo caso i colori rendono omaggio al circuito e il logo Le Mans campeggia al 12.
La cassa richiede più di 200 operazioni diverse per essere forgiata e pronta per ospitare gli altri pezzi.
Anche in questo caso la cassa è in titanio DLC.

RM 011 LMC

Movimento meccanico a carica automatica
Funzione di ore, minuti e secondi
Cronografo flyback
Contatore delle 24 ore
Data e mese
Rotore a geometria variabile
Riseva di carica di 50 ore
Dimensioni: 50x40x16,15 mm.
Edizione limitata a 150 esemplari.

  • RICHARD MILLE LE MANS CLASSIC 2012
  • RICHARD MILLE LE MANS CLASSIC 2012

ADDIO CARLO FERRARA

Romano di nascita, Carlo Ferrara ha intrapreso la strada dell’orologeria grazie all’idea del regolatore con ore “danzanti”.

Nel 1990 Ferrara ha un idea per ovviare il continuo sovrapporsi delle lancette.
Nasce così il regolatore di Carlo Ferrara.
Ferrara comincia a sviluppare la sua idea nel 1991 buttando giù degli schizzi.
Da li inizia a prototiparlo con modelli in scala 10:1 fino a sviluppare interamente con sistemi artigianali il suo regolatore in collaborazione con alcune aziende svizzere.

A seguito di una malattia con la quale ha combattuto per lungo tempo, oggi Carlo ci lascia in eredità un idea così semplice e geniale, che solo un uomo con la sua volontà poteva dargli luce.
L’orologieria italiana, perde un grande protagonista.

Addio Carlo.

Orologio CARLO FERRARA

LONGINES HERITAGE 1942

Una delle novità Longines di Basilea per festeggiare i suoi 180 anni, è stato questo nuovo cronografo Heritage 1942, ispirato ad un cronografo degli anni 40 dotato del celebre calibro Longines 13ZN.

Con una cassa in acciaio tonda da 40 mm. di diametro, questo cronografo monta un movimento meccanico a carica automatica dotato di ruota a colonne.
I pulsanti cronografici di forma tonda, sono coerenti con lo stile degli anni 40.
Le varianti di colore sono 2: con quadrante bianco laccato o nero, con numeri arabi, minuteria a “ferrovia”, e grafiche a contrasto con il colore del quadrante.
Le sfere si differenziano a seconda del quadrante: azzurrate nel caso del quadrante bianco e rodiate in caso di quadrante nero.

Il movimento è un calibro L688.2, un esclusiva Eta per Longines e derivante dal calibro Eta A08.L01 con 27 rubini ed una frequenza di 28.800 a/h (4Hz) e una riserva di carica di 54 ore.

Due sono i vetri zaffiro antiriflesso, per il quadrante e per il fondello.
Con un impermeabilità di 30 metri, un cinturino in alligatore con fibbia ardiglione, l’orologio sarà in vendita a 2500 Euro circa.

Ref. L2.767.4.13.2 (quadrante bianco)
Ref. L2.767.4.53.2 (quadrante nero)

  • LONGINES HERITAGE 1942
  • LONGINES HERITAGE 1942

GRIEB & BENZINGER BLUE DANUBE

L’ultima straordinaria creazione di Grieb & Benzinger, è il Blue Danube.
Prodotto con cassa in platino da 43 mm, ospita un movimento a carica manuale con ripetizione minuti e cronografo rattrappente.
Creato da Patek Philippe per Tiffany & Co. nel 1890, il movimento ha un diametro di 36,5 mm. una cosa piuttosto rara da vedere considerate le complicazioni!

Il Movimento

Il movimento in questo caso è stato finemente lavorato e scheletrato, placcato in rodio e decorato a guilloché.
Le viti sono state lucidate e azzurrate alla fiamma.
I rubini sono 26 e la frequenza è di 18.000 a/h.
Considerando i 120 anni di età, questo movimento è senza dubbio un tributo storico all’orologeria, che trasuda emozioni anche dopo il restauro, che ha richiesto  l’intervento su oltre 400 componenti.

L’Estetica

Il quadrante argentato, con sfere Breguet, è a finitura satinata, e protetto da un vetro zaffiro piatto antiriflesso a completare un incredibile orologio.
Il sistema di lavorazione del quadrante, è ottenuto tramite ossidazione mediante fiamma libera ed una miscela di acidi.
Il risultato è un color bianco che ricorda il ghiaccio.
Questa tecnica era utilizzata da A. Louis Breguet tra il 18° e il 19° secolo e che oggi, soltanto Grieb & Bezinger utilizzano.

Anche pulsanti e corona sono rifiniti a guilloché e realizzati in platino massiccio.
Ad assicurarlo al polso, un cinturino in alligatore blu con fibbia in platino.

Il prezzo sarà approssimativamente di mezzo milione di Dollari.

  • GRIEB & BENZINGER BLUE DANUBE
  • GRIEB & BENZINGER BLUE DANUBE
  • GRIEB & BENZINGER BLUE DANUBE
  • GRIEB & BENZINGER BLUE DANUBE

ULYSSE NARDIN ACQUISISCE IL CAL. EBEL 137

Ulysse Nardin compie un altro passo in avanti verso l’indipendenza di produzione con l’acquisto dei diritti di proprietà del calibro Ebel 137.
Il movimento cronografico è originariamente sviluppato per Ebel, che nel 1995 l’ha utilizzato nel’ Ebel 1911 BTR della collezione da uomo.

La Ebel, nell’ultimo periodo, ha spostato l’attenzione sulle collezioni da donna.
Si è allontanata dalla produzione di orologi meccanici, tanto da spingere Patrik Hoffmann (CEO di Ulysse Nardin), ad acquisire i diritti per il Cal. 137.
Ebel non vuole più cronografi meccanici nelle sue collezioni” spiega Hoffman.
“Abbiamo acquisito tutte le ebauches, gli strumenti, i piani e perfino assunto cinque dipendenti da Ebel, che stavano lavorando per lo sviluppo del movimento”.

Ulysse Nardin 150

Una volta in Casa Ulysse Nardin, il movimento prenderà il nome di UN Calibro 150.
Sarà prodotto presso lo stabilimento di La Chaux-de-Fonds in Svizzera, dove svilupperanno tutti i componenti.
Ulysse Nardin ha anche un altro stabilimento a Le Locle dove sviluppano altri orologi.

Hoffman spiega anche il perché nel Calibro 137, ha trovato una famigliarità nello sviluppo tecnico: “quando abbiamo iniziato quasi 20 anni fa a sviluppare il calendario perpetuo Ludwig, non siamo stati in grado di sviluppare la platina.
Così abbiamo lavorato con Lemania, che stava lavorando con Ebel per il Cal. 137.
Così Ulysse Nardin, utilizzò la stessa base per il calendario perpetuo, che ancora oggi troviamo sul GMT Perpetual e che Ebel utilizza per il suo cronografo.

Il movimento che presto sarà rinominato, in futuro fornirà anche un’ottima base per l’aggiunta di ulteriori complicazioni.
La Maison intende lanciare un nuovo orologio con il Cal. 150 entro la fine del 2012.

  • Patrik Hoffmann
  • Ebel Calibro 137

RAYMOND WEIL FREELANCER URBAN BLACK

E’ stato presentato il mese scorso a Basilea, il nuovo Raymond Weil Freelancer Urban Black.
Dotato di una cassa con trattamento opaco PVD in acciaio così come lunetta e corona ed un vetro zaffiro fumè.
Questo nuovo trattamento PVD opaco
Le sue dimensioni sono di 42 mm. di dametro per 13,7 di spessore, con un fondello in vetro zaffiro anch’esso fumè antiriflesso.
Al suo interno un calibro automatico Valjoux 7750 con 25 rubini, una frequenza di 28.800 a/h e 46 ore di riserva di carica con funzione cronografica.
Il quadrante nero opaco presenta indici luminescenti con numeri arabi e sfere nere lucide anch’esse luminescenti.
Le funzioni cronografiche sono contraddistinte da un colore rosso.
Il cinturino è rivestito in pelle nera opaca con impunture antracite.
La resistenza all’acqua è di 100 metri.

Con una referenza 7730 BK 05207, il Raymond Weil Freelancer è in vendita a circa 3000 Euro.

RAYMOND WEIL FREELANCER URBAN BLACK

ORIS TUBBATAHA REGULATOR DIVE

Oris ripropone una inusuale combinazione di orologio con affissione a regolatore su un orologio subacqueo.
La Oris è l’unica Casa ad aver proposto mai un regolatore su un Dive piuttosto che un “Pilot watch”  o un classico.
Il nome del modello si riferisce al Reef Tubbataha National Park nelle Filippine, sede di una delle più belle barriere coralline al mondo.
Pertanto, una percentuale dei ricavati, verrà devoluto a favore della conservazione del reef e alla sua sorprendente varietà di vite marine.

Il Regulator Dive verrà venduto in un edizione limitata di 2000 esemplari.
Avrà la cassa in titanio da 46 mm. di diametro, con un impermeabilità di 500 metri.
Il movimento è meccanico a carica automatica su base Sellita SW220.
La cassa è dotata di valvola per l’elio, una lunetta in ceramica, e le sfere trattate con Superluminova.
Disponibile con cinturino in caucciù nero con fibbia pieghevole in titanio ma anche con bracciale in titanio con chiusura estensibile.

Sul fondello un disegno di uno squalo, in omaggio ad una delle creature in via di estinzione che vivono nel reef di Tubbataha.

  • ORIS TUBBATAHA REGULATOR DIVE
  • ORIS TUBBATAHA REGULATOR DIVE

HUBLOT ANTICYTHERE

Sei mesi fa, a Parigi, Hublot aveva rivelato al Museo di Arti e Mestieri, il movimento sviluppato in omaggio dell’orologio astronomico Anticythère.
Trattasi dell’orologio astronomico ritrovato nei fondali greci nel 1900 e risalente probabilmente al secondo secolo A.C. e descrivente la posizione del nostro cielo, della Luna e del Sole.
Hublot ha reso omaggio a questo capolavoro in miniatura, dando luogo ad un orologio da polso con aggiunta di ore, minuti e un sistema di scappamento a tourbillon con una riserva di carica di 5 giorni.

A Baselworld 2012 Hublot ha finalmente presentato ufficialmente l’orologio Anticythère.

Sotto la guida di Jean-Claude Bivier, solo quattro esemplari di questo capolavoro vedranno la luce.
Il primo esemplare, che è stato presentato a Basilea, è destinato al museo di Atene, dove sarà esposto a fianco ai resti dell’originale Anticythère.
Il secondo, sarà messo all’asta per il museo Archeologico di Atene.
Il terzo, rimarrà in mostra al Museo di Arti e mestieri di Parigi.
Il quarto ed ultimo esemplare, sarà trattenuto dalla Hublot per il proprio museo.

L’orologio

Questo capolavoro è la perfetta fusione tra antichità e modernità.
I suoi 2 vetri zaffiro sfaccettati, mettono in risalto il suo doppio quadrante.
Le 2 corone presentano una forma a croce che ricorda l’orologio da cui prende ispirazione.
Quella al 6 serve alla ricarica e alla rimessa dell’ora.
Quella al 12 permette le correzioni astronomiche ed indicano l’età della Luna rispetto al Sole.
Di fronte alla complessità dei dati visualizzati, le corone sono dotate di un sistema di sicurezza che ne impediscono l’uso accidentale.
La cassa in titanio sabbiato protegge questo eccezionale meccanismo.
L’orologio è assicurato da un cinturino in caucciù progettato per in esclusiva per questo orologio.

Specifiche

Ref. MP-04 Anticythère 904.NX.4101.RX
Cassa in titanio microblillé
dimensioni: 49,9 x 49,05 mm. per 20,83 di spessore
Lunetta e corone in titanio microblillé
Cassa in titanio microblillé rivestita in PVD
Vetri in zaffiro sfaccettato antiriflesso
impermeabilità 3 atm.
Calibro Hublot Anticythère 2033.CH01
meccanico a carica manuale
funzioni di ore, minuti, secondi tramite tourbillon
Riserva di carica di 120 ore

  • HUBLOT ANTICYTHERE
  • HUBLOT ANTICYTHERE
  • HUBLOT ANTICYTHERE
  • HUBLOT ANTICYTHERE
  • HUBLOT ANTICYTHERE

ETERNA ADVENTIC CAL. 3843

Il nuovo Eterna Adventic, è il primo a montare il nuovo calibro di manifattura Eterna 3843.
Propone la visualizzazione di data, ora e GMT ed è basato sul dispositivo Spherodrive.

La cassa da 44 mm. di diametro presenta finiture lucide e satinate, evidenziando un design semplice ed ordinato.
La disposizione di piccoli secondi al 10 e il quadrante del GMT sono inusuali.
Quest’ultimo, a ore 6, include inoltre la finestra della data.
Le sue funzioni sono regolabili con estrema facilità dalla corona in 2 posizioni.

Il design di questo elegante segnatempo si ispira ad un modello del 1948, che per primo montò una massa oscillante su cuscinetti a sfera.
Da allora divennero il logo della Eterna e che ritroviamo anche oggi sul’ Adventic.
Oggi però le piccole sfere si sono evolute grazie al sistema Spherodrive lanciato nel 2009.
Prevede infatti le sfere in ceramica, più precisamente in ossido di zirconio, montate su 3 anelli concentrici che ne facilitano l’effetto rotativo della massa oscillante.

Il Calibro Eterna 3843 incorpora le più recenti conquiste della tecnica, a partire dallo Spherodrive che ne assicura una riserva di carica di 72 ore.

L’orologio viene offerto in 3 versioni:
Acciaio con quadrante bianco o nero con i quadratini a contrasto e in oro rosa 4N con quadrante bianco in edizione limitata a 50 esemplari.

L’Eterna Adventic sarà disponibile in autunno ad un prezzo di partenza di 7990,00 Euro.

ETERNA ADVENTIC CAL. 3843

  • ETERNA ADVENTIC CAL. 3843
  • ETERNA ADVENTIC CAL. 3843
  • ETERNA CAL. 3843
  • ETERNA ADVENTIC CAL. 3843

EBERHARD & CO. IN BARCA CON MELGES

Eberhard & Co. dopo auto d’epoca, basket e pallanuoto, conquista la vela.
Quest’anno la Eberhard & Co. compie 125 anni.
Per l’occasione, ha deciso di affiancare il proprio nome a quello della Casa automobilistica tedesca Audi per affrontare la stagione 2012 della Classe Melges.
Partita lo scorso marzo da Maiami con la Bacardi Cup e conclusasi con un secondo posto di Riccardo Simoneschi, sul circuito italiano vedremo il logo della Maison campeggiare sulle vele delle 3 imbarcazioni sponsorizzate: Melges 20, Melges 24 e Melges 32.
Il calendario è ricco di appuntamenti che vedranno il circuito Audi Italia Series prendere il via da Torbole il 30 luglio per il campionato mondiale di Melges 24 e proseguire le sue tappe a Loano, Napoli, Isola d’Elba e Sardegna.
Eberhard & Co. vestirà i panni anche di Official Time Keeper.

EBERHARD & CO. IN BARCA CON MELGES